Sagra dell'Agnello Pasquale a Favara

Un territorio da vedere e da gustare

Favara è una piccola cittadina a pochi chilometri di distanza dalla bellissima Agrigento. Il borgo è adagiato alle pendici del monte Caltafaraci ed è immerso in un paesaggio agricolo fatto di alberi di ulivo, di mandorle e vigneti. Il centro abitato si è sviluppato intorno al Castello di Chiaramonte, fatto costruire nel XIII secolo dalla nobile famiglia Chiaramonte.

Oggi l'affascinante Castello duecentesco rappresenta un luogo simbolo della città e accoglie numerosi eventi tra cui l'attesa festa di Pasqua per celebrare il tipico dolce realizzato con pasta di mandorle e pistacchio: la Sagra dell'Agnello Pasquale. Anche Favara, come del resto tutta la Sicilia, è stata dominata dai Greci, Romani, Arabi e da tanti altri popoli che durante il loro passaggio hanno segnato la storia del territorio.

Favara si presenta oggi con le tipiche case lineari costruite in pietra, con un impianto urbanistico medievale, con piccole corti, vicoli e gradinate e con un centro storico che dal 2010 è diventato il primo parco turistico culturale della Sicilia: il Farm Cultural Park. Un centro culturale per gli artisti, un luogo dove arte e cultura si fondono, una galleria d'arte, un punto di ritrovo. Ma Favara accoglie numerosi edifici sacri di grande valore artistico e, proprio all'ombra di uno di questi, che nasce la storia del dolce tipico di Favara: l'agnello pasquale.

La storia dell'agnello pasquale

(pasta di mandorle e la sagra dell'agnello pasquale)

In un territorio ricco di grano, mandorle, olio, pistacchi e pastorizia s'inserisce tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento la storia del dolce di pasta di mandorle farcito di pistacchio a forma di agnello. Furono le suore di un convento le prime a produrre dolci di pasta reale con la forma di agnello e a tramandare la ricetta oralmente. Nel 1898 una famiglia aristocratica di Favara scoprì il dolce e ordinò la produzione.

Da allora la preparazione dei dolci di pasta di mandorle ha invaso le case dei favaresi e la loro voglia di addobbare la tavola pasquale con quello che è il simbolo della Resurrezione di Cristo. Un tripudio di zucchero, farina di mandorle e pistacchi. Questi sono gli ingredienti di questo buonissimo dolce che hanno trasformato Favara nella città dell'agnello pasquale. Dalla cassata alla frutta martorana, fino ad arrivare all'agnello, le pasticcerie e i forni di Favara offrono tutto l'anno ai suoi turisti, proposte dolciarie che racchiudono il gusto autentico della Sicilia.

La notorietà del dolce agnello è cresciuta a tal punto che l'amministrazione comunale ha deciso nel 1997 di celebrarlo, durante la Settimana Santa, attraverso la Sagra dell'Agnello Pasquale. Ma come si prepara il famoso dolce di Favara? Per realizzare l'agnello pasquale, oltre alla pasta reale e a quella di pistacchio è necessario avere a disposizione uno stampo a forma di agnello coperto da pellicola. Si mette all'interno una parte di pasta di mandorle, si preme creando la forma e poi si riempie con la pasta di pistacchio e si sigilla con altra pasta di mandorle. Si sforma e si procede alla decorazione.

La Pasqua a Favara si festeggia con un Agnello Dolce

(Sagra dell'Agnello Pasquale)

A Pasqua le ricette con l'agnello sono una vera e propria tradizione, ma in provincia di Agrigento, a Favara, la Settimana Santa si festeggia con un agnello molto particolare. Un agnello pasquale dolce che racchiude il profumo della pasticceria siciliana; un profumo fatto di mandorle, pistacchio e zucchero. Ed è così che ogni anno lo splendido Castello Chiaramonte diventa la location perfetta per festeggiare la Sagra dell'Agnello Pasquale di Favara.

All'interno del Castello duecentesco è possibile trovare tanti banchi di assaggio dove assaporare i prodotti dolciari del territorio e ammirare i vari agnelli pasquali di pasta reale decorati e arricchiti dai pasticceri locali. La sagra diventa un'occasione per valorizzare e promuovere i pasticceri locali e i panificatori in quanto la località è ormai una meta conosciuta sia per i suoi dolci che per i suoi pani.

La Sagra dell'Agnello Pasquale si arricchisce con tanti eventi in calendario, non solo degustazioni, ma anche mostre, esibizioni folcloristiche e diverse manifestazioni per celebrare un prodotto della nostra terra che è stato inserito nel paniere M.I.D.A. Favara vi aspetta numerosi per festeggiare insieme la Pasqua e per conoscere e degustare i prodotti del suo territorio.

Informazioni utili

DOVE

Castello Chiaramonte, Piazza Cavour - Favara (Agrigento)

QUANDO

dal 14 al 21 aprile 2019

ORARIO

intera giornata

INGRESSO

libero

Come arrivare

In Auto

  • da Caltanissetta prendere la SS640 ed uscire al bivio per Favara
  • da Palermo prendere la SS189 ed uscire al bivio per Favara

In Treno

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Agrigento che dista 7 km oppure quella di Aragona Caldare che dista 8 km

In Aereo

Gli aeroporti di riferimento sono:

  • Fontanarossa di Catania (distante 152 Km). Proseguire con auto a noleggio oppure con autobus da/per Agrigento delle Autolinee Sais, tel. 0922 627377.
  • Falcone Borsellino di Palermo (distante 154 Km). Proseguire con auto a noleggio oppure con autobus da/per Agrigento delle Autolinee Cuffaro, tel 091 6161510 oppure Autolinee SAL www.autolineesal.it.

Imposta il navigatore e calcola il percorso per arrivare a Favara.