Sagra del Fungo Porcino a Bomarzo

Immerso nella Tuscia alle pendici dei monti Cimini, in provincia di Viterbo, sorge il caratteristico borgo di Bomarzo. L'affascinante paesaggio circostante e il suo centro storico di origine medievale costruito intorno all'antico Palazzo Orsini, rappresenta uno dei luoghi amati dai turisti. La cittadina è arroccata su uno sperone di roccia tufacea, da cui domina l'intera vallata. Un territorio costituito da rocce magmatiche e da blocchi di argilla che in passato sono stati utilizzati dall'uomo nei modi più diversi.

Un antico centro estrusco la cui storia è ricostruibile attraverso le ceramiche e i sarcofagi ritrovati nella necropoli della vicina zona di Pianmiano. Uno degli esempi più recenti di utilizzo di questi blocchi rocciosi, è il famoso Parco dei Mostri di Bomarzo. Un'oasi naturale, inserito in una zona verdeggiante, fatto costruire dal principe Vicino Orsini e nella quale si possono incontrare gigantesche e surreali statue che ricoprono di mistero e di leggende questo territorio.

(descrizione)

Luoghi ricchi di interessi storici e artistici ma anche apprezzati per la loro gastronomia e per la qualità dei prodotti grazie ai quali si è sviluppato un turismo enogastronomico. Terra di nocciole, castagne, olive, fagioli, asparagi, carciofi, pesche, ciliegie, uve, tartufi e funghi. La fitta vegetazione boschiva con la presenza di querce, faggi e castagneti rappresentano l'habitat ideale per la crescita del fungo porcino.

Molto apprezzato in cucina grazie al suo sapore intenso, il fungo porcino della Tuscia, era già conosciuto e cucinato ai tempi degli antichi romani. Il porcino o Boletus Edulis è uno dei funghi porcini più ricercati grazie al suo inconfondibile gusto che lo rende versatile in cucina facendolo diventare il protagonista di tanti piatti. Fettuccine, zuppa, bruschette, funghi arrostiti o trifolati, tante le prelibatezze viterbese a base di porcini.

(descrizione)

Il territorio di Bomarzo, patria del porcino, diventa la location ideale di un gustoso evento di fine estate che ha raccolto, nelle passate edizioni, un grande successo: la Sagra del Fungo Porcino. Un'occasione per poter assaggiare i tanti piatti viterbesi a base di funghi porcini, il tutto accompagnato da un buon calice di vino locale.

Natulmente i funghi freschi utilizzati non sono quelli locali ma provenienti da zone più fresche, sicuramente di provenienza italiana. Le associazioni di Bomarzo vogliono promuovere l'abbondanza di questo prodotto locale e la cultura culinaria legata al fungo porcino, attraverso un menu tipico della cucina della Tuscia. La qualità del prodotto e le sapienti mani dei cuochi, rendono questa festa un appuntamento da non perdere.