Sagra del Cinghiale di Suvereto

Gioiello della Toscana e di tutta la provincia di Livorno, Suvereto è un affascinante borgo medievale, immerso nella verdeggiante Val di Cornia, in un territorio che si estende tra la collina e il mare della Costa degli Etruschi. La sua origine medievale è riscontrabile nei tanti edifici, chiese, vicoli, strade e siti storici, i quali sono protetti da una cinta muraria quasi intatta che comprende due porte e sei torrioni.

Il borgo, che in passato fu Castello di Sughereto, è immerso nel verde della macchia mediterranea, circondato da boschi di castagne, querce e naturalmente sugheri, da cui deriva il nome del paese. La sua splendida posizione collinare, l'arte e la storia, fanno di Suvereto una meta frequentata non da un turismo di massa ma da viaggiatori amanti della tranquillità, delle tradizioni, della gastronomia e del buon vino.

(descrizione)

Le campagne di Suvereto offrono prodotti tipici di questa terra come i carciofi violetti, spinaci ma soprattutto una vasta produzione dell'eccellente olio extravergine d'oliva e del pregiato vino che nel 2011 ha ottenuto il marchio DOCG Suvereto. La natura del territorio è l'habitat ideale per cinghiali, daini e caprioli che diventano i protagonisti di prelibati piatti toscani a base di selvaggina.

Il cinghiale anticamente rappresentava una fonte primaria di cibo, ma nel corso del tempo è stato sostituito dal maiale. La sua carne, molto apprezzata, viene utilizzata per preparare ragù oppure cucinata in umido, alla cacciatora o per realizzare salumi dal sapore inconfondibile. Tanti i piatti toscani a base di cinghiale, come pappardelle, in salmì oppure spezzatino con le olive.

(descrizione)

Il borgo medievale di Suvereto fin dal 1968 omaggia la selvaggina tipica della zona attraverso la Sagra del Cinghiale. Uno storico evento dove è possibile conoscere e gustare i piatti tradizionali tramandati da generazioni, a base di cinghiale e assaporare l'eccellenza dei prodotti locali come olio e vino.

Una manifestazione che sa unire gastronomia, cultura e folclore e che rappresenta una delle sagre più importanti della Toscana. Ad accompagnare il buon cibo e la bellezza del territorio c'è la sfilata del corteo storico che anima le vie del paese attraverso numerosi figuranti in costume d'epoca. Tanti gli stand gastronomici, espositori e lavori di artigianato che vanno ad arricchire una ormai ben consolidata sagra.