Sagra del Chiodo di Maiale ad Aulla

Aulla, in provincia di Massa Carrara, sorge nella Lunigiana su una lingua di terra dove confluiscono i fiumi Magra e Aulella. Un borgo antico che purtroppo fu distrutto quasi totalmente durante la Seconda Guerra Mondiale da cui si sono salvati solo alcuni edifici tra i quali la cinquecentesca Fortezza della Brunella che sovrasta Aulla ed è oggi sede del Museo di storia naturale della Lunigiana. Un territorio pianeggiante, al confine con la Liguria, ricco di itinerari culturali e paesaggistici ideale per gli amanti del trekking.

(descrizione)

Terra di tradizioni e di sapori, di specialità gastronomiche e di ricette contadine dal sapore antico che traggono le loro origini dalla mancanza di reperibilità dei prodotti in alcuni mesi dell'anno e dall'esigenza dei contadini di ingegnarsi con nuove ricette utilizzando gli ingredienti che erano più abbondanti e trovando metodi alternativi di conservazione. Dall'ingegno delle massaie e dalla genuinità dei prodotti che nascono le specialità tipiche del territorio come i Testaroli al pesto o al sugo di funghi, i Panigacci farciti con salumi e formaggi e le Focaccette diffuse nella zona di Aulla e utilizzate per accompagnare latticini, affettati, salsiccia o chiodo di maiale. Il territorio è interessante anche per i suoi vitigni che hanno ottenuto il riconoscimento della I.G.T. Val di Magra, una terra che ha prodotto ottimi vini fin dai tempi dei Romani, come testimoniano alcuni scritti di Plinio il Vecchio.

(descrizione)

La cittadina di Aulla, ormai da diversi anni, esalta la specialità del suo piatto tipico attraverso la Sagra del Chiodo di Maiale. Il Chiodo di Maiale, tipicamente lunigianese, nasce dall'usanza di assaggiare l'impasto delle salsicce fresche, subito dopo la macellazione e la preparazione del suino. La carne viene cotta nei tipici testi di terracotta usati anche per la cottura delle focaccette, altra specialità tipica di Aulla utilizzate per accompagnare il chiodo di maiale. Una festa ricca di sapori territoriali, di profumi che invadono il paese, di gusto e tradizione, dove i visitatori hanno la possibilità di gustare pietanza alla griglia e sui testi e piatti della cucina Lunigiana.