Giro delle Botti e dei Catoj a Monforte San Giorgio

Monforte San Giorgio è un piccolo paesino della provincia di Messina, situato sui Monti Peloritani, rappresenta un piccolo gioiello ricco di storia, architettura e tradizioni popolari e religiose. La sua origine risale all'età del Bronzo. Fu conquistato dagli Arabi e poi liberato dai Normanni guidati dal conte Ruggero di Altavilla e dal fratello Roberto.

Un momento storico importante per la popolazione che ogni anno lo rivive attraverso una rappresentazione storica con il suono di campane e tamburi, nota come la tammurinata e campanata di S. Agata o Katabba.

Un incantevole borgo di millenaria storia e di ricchezze architettoniche. Passeggiando tra i vicoli del paese è possibile ammirare la cinta muraria fatta costruire da Federico II, chiese seicentesche e barocche e la torre campanile del cinquecento. Sul colle che sovrasta il paese, si trova il castello di Monforte, costruito dai monaci bizantini, custodisce una statua della Madonna molto amata dai monfortesi.

(descrizione)

Un'economia prevalentemente agricola dove emergono coltivazioni di agrumi, prodotti ortofrutticoli, come la produzione delle sbergie una particolare varietà di pesca nettarina, formaggi, carni, salumi e vino locale. Il territorio delle Valli e dei Monti Peloritani è caratterizzato da una natura rigogliosa che dona frutti dal sapore unico ed inconfondibile.

Tanti sono i prodotti offerti da questa ricca terra, alcuni dei quali rappresentano il fiore all'occhiello dell'intero territorio. È il caso del limone interdonato igp, dell'olio di oliva Valdemone dop e dei vini di qualità quali il Mamertino doc, il Faro doc e il vino Sicilia igt.

(descrizione)

Al fine di valorizzare il territorio e le prelibatezze enogastronomiche locali, il borgo di Monforte San Giorgio organizza il celebre Giro delle Botti e dei Catoj. Un particolare percorso enogastronomico dove poter degustare i pregiati vini siciliani e assaggiare i tanti piatti tradizionali offerti durante le giornate di festa.

Non una semplice sagra, ma un piacevole tuffo nel passato attraverso i racconti e gli aneddoti di questo antico luogo, balli popolari e canti degli stornellatori. Una passeggiata con calice alla mano tra i vicoli del centro storico sorseggiando e degustando le diverse varietà di vino e ammirando cantine, catoj e carretterie monfortese aperte ai visitatori e visitabili per l'occasione.