Fritto Misto all'Italiana ad Ascoli Piceno

La passione per il fritto ascolano oltre i confini

Fondata dai Piceni durante l'Età del Ferro, Ascoli è il capoluogo di provincia delle Marche. Una città ricca di storia e di bellezze culturali e artistiche, con un centro storico costruito quasi completamente in travertino e la centrale Piazza del Popolo di epoca rinascimentale considerata tra le più belle d'Italia.

Conosciuta come la città delle cento torri, Ascoli sorge in posizione strategica, circondata dal Parco Nazionale del Gran Sasso, dai Monti della Laga e dai Monti Sibillini, lungo la via Salaria, tanto da essere considerata dai Romani un'importante centro di scambi commerciali e assumere un fondamentale ruolo militare.

Ma quando pensiamo alla città di Ascoli, uno dei primi pensieri è senza dubbio rivolto alle olive ripiene all'ascolana e al fritto misto all'ascolana. Piatti a cui è davvero difficile resistere e che rappresentano la tradizione culinaria di Ascoli Piceno. La città marchigiana festeggia questa irresistibile tentazione ad Aprile-Maggio con l'evento Fritto Misto all'italiana.

Ad Ascoli il fritto misto è tutto un altro fritto!

(Fritto Misto e le olive ripiene all'ascolana)

Dorato e croccante, pastellato o panato, il re della tavola è lui, sua maestà il fritto! Con lo slogan "È tutto un altro fritto!" Ascoli festeggia la nuova edizione dell'evento Fritto Misto all'Italiana. Una sagra culinaria dedicata alla gastronomia locale, al prelibato fritto ascolano ma non solo. Il territorio marchigiano è una terra ricca di sapori e di prodotti di altissima qualità, la cui tradizione gastronomica affonda le radici nella civiltà agreste.

Un'alimentazione basata su ortaggi, legumi, verdure, patate e castagne soprattutto del territorio montano, ma anche insaccati quali lonze, ciauscolo, salami, salsicce, prosciutto e formaggi in particolare pecorini. Molte delle specialità territoriali della cucina ascolana si sono diffuse in tutta Italia, come le famose olive ascolane preparate con olive verdi denocciolate, riempite con un ripieno di carne condita con aromi vari, panate e poi fritte.

Anche i famosi e gustosi cremini fritti, conosciuti come crema fritta, non sono certo da meno. Una prelibatezza a base di crema pasticcera tagliata a forma di dadini, panata e fritta, che solitamente ad Ascoli viene servita come contorno o antipasto insieme alle verdure, per smorzare il retrogusto amarognolo dell'oliva. Insomma, è proprio vero, il fritto mette sempre d'accordo tutti e davanti ad una buona frittura non si può non cadere in tentazione.

Fritto Misto e .... non solo!

(Fritto Misto all'Italiana)

Ascoli Piceno rinnova, dal 27 aprile al 5 maggio, il suo tradizionale appuntamento con Fritto Misto all'Italiana, un evento dedicato alla tradizione gastronomica italiana del fritto del nostro Bel Paese, ma anche al cibo di strada o street food, alle prestigiose etichette di vino, alle birre artigianali e a tante storie legate al cibo. Una grande area espositiva all'aperto in cui è possibile assaggiare di tutto, dal fritto senza glutine a quello internazionale.

Arancini, olive ascolane, panzerotti, cartoccio di mare, gnocco fritto, fish and chips, cannoli sono solo alcune delle tante specialità fritte che si possono gustare. Uno spazio particolare è riservato alla birra artigianale e agli abbinamenti con il vino Rosso Piceno Superiore doc. Stand, laboratori, cooking show arricchiranno il più importante festival dedicato alla frittura. Se volete usufruire di degustazioni gratuite, sconti e omaggi, sia durante la manifestazione che in città, non vi resta che acquistare la Fritto Card, una carta servizi distribuita presso gli infopoint.

Ma non esiste un buon fritto senza tenere conto della scelta dell'olio. Allora largo all'olio extravergine igp marchigiano, la cui certificazione è stata concessa dall'Unione Europea nel 2017 e che conferisce un'ulteriore qualità ad un prodotto regionale principe delle tavole marchigiane. Se non siamo riusciti ad invogliarvi con le parole, non vi resta che scoprire direttamente voi Fritto Misto all'Italiana ad Ascoli Piceno, un viaggio tra i diversi sapori del fritto.

Informazioni utili

DOVE

Palafritto, Piazza Arringo - Ascoli Piceno

QUANDO

dal 27 aprile al 5 maggio 2019

ORARIO

dalle ore 12.00 alle 15.00 e dalle ore 18.00 alle 22.30

INGRESSO

  • carnet ticket base: € 12 composto da 12 ticket
  • fritto card: € 5

Come arrivare

In Auto

  • Prendere l'autostrada A14 ed uscire ad Ascoli Piceno-San Benedetto del Tronto. Proseguire sulla superstrada Ascoli-Mare ed uscire a Porta Cartara che permette di raggiungere facilmente il centro storico.
  • Oppure attraverso la Salaria SS4 che passa per Ascoli Piceno.

In Treno

La stazione ferroviaria di riferimento è S. Benedetto del Tronto. Da qui proseguire per Ascoli Piceno utilizzando i servizi ferroviari regionali oppure con autobus della società Start spa.

In Pullman

Il collegamento urbano ed extraurbano è gestito dalla società Start spa. Per informazioni su percorsi, orari e biglietti, clicca qui.

In Aereo

Gli aeroporti più vicini ad Ascoli sono Pescara (distante 101 km), Ancona (distante 125 km) e Roma (distante 215 km). Dall'aeroporto di Pescara e di Ancona è possibile raggiungere Ancona in treno attraverso i servizi ferroviari per S. Benedetto del Tronto. Mentre da Roma è preferibile utilizzare il servizio pullman della START spa.

Imposta il navigatore e calcola il percorso per arrivare ad Ascoli Piceno.