Foire de la Paquerette a Courmayeur

La Pasquetta a Courmayeur si colora di artigianato

A pochi passi dalla Francia, situata ai piedi del Monte Bianco, Courmayeur è una località della Valle d'Aosta, nota soprattutto per il suo turismo montano invernale ed estivo e per le strutture ricettive turistiche che contribuiscono a rendere unica la vacanza, a contatto con una natura alpina di straordinaria bellezza.

Tradizione, confort, clima e specialità enogastronomiche sono i punti di forza di questa piccola regione, capace di muovere una richiesta turistica sempre maggiore. La popolarità di Courmayeur nasce nel XVII secolo grazie alle terme di acqua solforosa, mentre un secolo dopo, in seguito alle prime esplorazioni del massiccio e della vetta più alta d'Italia, iniziano le costruzioni di impianti sciistici che contribuiscono alla crescita di Courmayeur.

Ma il calore della montagna risiede anche nella sua gastronomia e nel tradizionale artigianato che rappresentano l'anima della Valle d'Aosta. Ed è così che ogni anno il giorno di Pasquetta, il lunedì dell'Angelo, Courmayeur dedica alla sapiente arte di creare, una grande esposizione di artigianato locale conosciuta come la Foire de la Paquerette o semplicemente Fiera di Pasquetta.

Antiche tradizioni, espressioni di un popolo

(Foire de la Paquerette e i prodotti tipici)

Una terra ricca di tradizione culinaria e di materie prime eccellenti, coltivate e prodotte dalla passione degli agricoltori. Dalla produzione del latte degli alpeggi, si ricavano formaggi dal sapore deciso come la fontina, Blue d'Aoste, ma anche Chevrot du Mont Blanc e Brossa, senza dimenticare il gustoso yogurt artigianale. Nella tavola valdostana non può mancare selvaggina e sughi di carne, fonduta e risotti, formaggi, polenta, zuppe e antipasti a base dei tradizionali salumi come il Jambon del Bosses dop e il lardo di Arnad. Un panorama culinario influenzato da antiche tradizioni di montagna.

Uno stile di vita montanaro che trasformava ciascun agricoltore ad essere, allo stesso tempo, anche artigiano. In particolare durante il periodo invernale, quando il lavoro in campagna diminuiva, i mercati cittadini erano distanti e con prezzi non sempre abbordabili, per sfruttare al meglio le risorse del territorio, ciascun contadino fabbricava nella propria casa oggetti domestici, utensili e strumenti di lavoro, filatura e tessuti. Così per diversi secoli gli artigiani-agricoltori utilizzavano le materie prime offerte dalla natura (pietra, legna, canapa, lana, cuoio, ferro, rame) per realizzare rastrelli, botti, scale, fasciere per fontina, forme per il burro, scodelle, zoccoli, giocattoli, stufe e molto altro ancora.

Molto spesso gli oggetti venivano arricchiti con decorazioni e intagli dando così spazio alla creatività e sviluppando nuove tecniche di lavorazione. È così che l'artigianato tipico della Valle d'Aosta affonda le sue radici nella cultura contadina delle Alpi e rappresenta l'espressione di un popolo. Un'occasione per ammirare e acquistare i tipici oggetti valdostani è la Foire de la Paquerette che ogni anno anima Courmayeur con le sue tante bancarelle distribuite per il centro storico.

La pasquetta valdostana è alla scoperta dell'artigianato

(descrizione)

Cosa fare a Pasquetta? Dove Andare? Rimanere in città, intraprendere qualche escursione fuori porta con tutta la famiglia o scegliere una piccola vacanza, cogliendo l'occasione delle ferie pasquali per immergersi nei colori e profumi della primavera? Courmayeur è il connubio perfetto con tutto questo: Courmayeur è la Foire de la Paquerette.

La località offre la possibilità di vivere e godere la città, ammirare i suoi raffinati negozi, il tradizionale artigianato, il tutto circondato da una magnifica natura. Nella giornata di Pasquetta, la cittadina di Courmayeur si anima di centinaia di bancarelle che offrono il meglio delle opere dell'artigianato valdostano. Oggetti unici lavorati a mano che trasmettono la passione di un antico mestiere e l'atmosfera tipica di montagna. Sculture, oggetti intagliati, oggetti realizzati a mano sono i protagonisti della festa La Paquerette

L'evento nasce nel 1996 come festa di fine inverno, ma nel corso degli anni è diventato un appuntamento molto apprezzato e atteso da tutti quei visitatori che non vogliono rinunciare ad ammirare da vicino le splendide opere artigianali, tra cui anche quelle realizzate dai più quotati artigiani della regione. La fiera di Pasquetta inaugura la sua apertura con balli e musica di bande e gruppi folcloristici. Durante la giornata, dopo una passeggiata tra i caratteristici stand artigianali, non si può fare a meno di fermarsi in un ristorante locale e gustare i sapori di alta quota.

Informazioni utili

DOVE

Courmayeur, vie del centro

QUANDO

lunedì 22 aprile 2019

ORARIO

intera giornata

INGRESSO

libero

Come arrivare

In Auto

  • dall'Italia prendere l'autostrada A5, uscire a Courmayeur e proseguire sulla SS36;
  • dalla Francia, Svizzera e Nord Europa prendere l'autostrada A40 e continuare fino a Chamonix. Prendere il Traforo del Monte Bianco e proseguire sulla SS36.

In Treno

La stazione ferroviaria di riferimento è quella di Aosta ( distante circa 34 km). Da qui si procede con autobus di linea gestito da SAVDA.

In Aereo

Gli aeroporti più vicini sono:

  • Torino Caselle distante 150 km (1 ora e 45 minuti);
  • Milano Malpensa/Linate distante 212 km (2 ore e 30 minuti);
  • Ginevra, a livello internazionale, distante 106 km (1 ora)

In Autobus

Courmayeur è collegato alle città di Aosta, Torino e Milano con linee di autobus dirette, gestite dalla società SAVDA. Per maggiori informazioni su orari, partenze e biglietti, clicca qui.

Imposta il navigatore e calcola il percorso per arrivare a Courmayeur.