Festa della Zucca a Murta

La piccola frazione di Murta è situata alle porte di Genova, nel territorio collinare della Val Polcevera. Una parte della città genovese abitata da tutte quelle persone che hanno deciso di vivere una vita di campagna pur restando a pochi chilometri dal centro di Genova.

Il suo territorio si estende sull'area superiore della collina, mentre il versante che si affaccia sulla Val Polcevera ospita numerose villette. Un territorio verdeggiante, quello della Val Polcevera, che pare abbia affascinato anche Goethe. L'origine del nome Murta riconduce alla pianta di mirto, un tempo diffusa nella zona.

(descrizione)

La località per diversi anni ha avuto il soprannome del paese delle zucche. Secondo alcuni, non tanto per la predisposizione del terreno nella coltivazione di questo ortaggio, ma soprattutto per il carattere testardo e combattivo dei suoi abitanti. Coltivata fin dai tempi degli Egizi, la zucca giunse in Europa e in Italia solo dopo la scoperta dell'America.

La sua polpa soda e compatta fu subito impiegata come ingrediente in cucina, mentre l'involucro esterno, duro e resistente, era utilizzato come contenitore per liquidi quali vino, acqua e olio, oppure per trasportare tabacco, polvere da sparo o cereali. Tipicamente autunnale, la zucca conquista la gastronomia ligure attraverso la tradizionale torta di zucca. Una prelibatezza da gustare sia nella versione dolce che in quella salata.

(descrizione)

Con i suoi tralci lunghi e rigogliosi, simbolo di fertilità e origine della vita, la zucca diventa la protagonista di un'importante sagra annuale a lei dedicata, la Festa della Zucca a Murta. La cittadina ligure alle porte di Genova racconta la sua zucca fin dal 1987 attraverso un raffinato allestimento espositivo, una Mostra dalla A... alla Zucca. Una vetrina per tutte le varietà di zucche: grandi, lunghe, belle o strane.

In questa accogliente atmosfera, Murta accoglie i suoi visitatori con composizioni di zucca, concorsi, eventi collaterali e con le specialità gastronomiche a base dello squisito ortaggio. Torte, panini, marmellate, pasta ripiena e liquori arricchiranno i diversi stand gastronomici dove è possibile sorseggiare un buon bicchiere di Vino Bianco Novello Val Polcevera.