Festa del Vino a Baruchella

Giacciano con Baruchella è un comune in provincia di Rovigo, situato nell'alto Polesine al confine con il veronese. Un territorio influenzato da secoli dalla presenza di corsi d'acqua e che ha significato paludi e alluvioni fino alle prime bonifiche avvenute nel 1438.

Il nome del paese deriva da "ghiaccio" in quanto durante l'inverno il fiume si ghiacciava e permetteva il suo attraversamento attraverso rudimentali slitte; mentre il toponimo Baruchella è da ricondurre ad una nobile famiglia i Cisamini della Fratta, detti Baruchello, che erano i proprietari di queste terre.

(descrizione)

Un territorio ricco di natura in cui è possibile godere del colore dei campi coltivati: mais, riso, radicchio, zucca e insalata di lusia sono solo una parte degli eccellenti prodotti che è possibile trovare nel territorio di Polesine. Un territorio che dopo le bonifiche del 1400 ha visto un incremento della coltivazione della vite, limitato però ad un uso familiare.

Ogni agricoltore possedeva il suo vitigno e produceva del vino per sè e per i propri amici. Con l'arrivo della viticoltura intensiva, i vigneti autoctoni furono sostituiti da altre varietà di uva più produttive, ma con il tempo ci si è resi conto che questa scelta non ha portato i frutti desiderati.

(descrizione)

Il recupero e la valorizzazione delle tradizioni, riscoprendo l'amore e la passione per la coltivazione del vino è la spinta che muove la Pro Loco di Giacciano con Baruchella ha organizzare ogni anno la Festa del Vino. Un evento atteso e longevo che dal 1974 anima il territorio con degustazioni, musica e la tradizionale pigiatura dell'uva a piedi nudi.

Bigoli all'anatra, risotto, fagioli in spotacin con cotiche e salsiccia, grigliata mista, polenta, verdure e frittura sono alcuni dei piatti tipici di questa festa tanto attesa che nel mese di settembre richiama molti visitatori.