Castro e la Sagra del Pesce a Sarsa

La perla del Salento, tra tradizione e specialità locali

Considerato una delle perle del Salento, Castro è un incantevole località balneare in provincia di Lecce. La località è costituita da un abitato principale di origine medievale che sorge su un lieve promontorio, la Castro Antica, e dalla parte balneare e marittima nota come Castro Marina. Un paese di rara bellezza il cui centro storico di impianto medievale, di strette stradine, di cinta muraria, si unisce all'azzurro ambiente marino che con le sue grotte sono la meta ideale per gli amanti dell'immersioni.

Un connubio di bellezze naturali e capolavori artistici, di scogliere a picco e di un mare che non ha nulla da invidiare alle isole tropicali. Questo è il Salento e non è una sorpresa che questo lembo di terra sia sempre al top delle preferenze dei turisti italiani e stranieri. Una terra ricca di tradizione e cultura, folclore popolare e feste, gastronomia e cultura dell'accoglienza. Elementi che si possono scoprire visitando Castro durante le diverse feste organizzate, in particolare durante la Sagra del Pesce a Sarsa.

Pesce a Sarsa: una ricetta che affonda le radici nel passato 

(ingredienti pesce a sarsa)

Il connubio tra terra e mare si rispecchia anche nella cucina locale, dove accanto alla frutta fresca e alle confetture, ai prodotti d'allevamento e agli alimenti legati al grano come pizze e focacce, si inseriscono pesci e crostacei. Un territorio dove i prodotti del mare si incontrano con quelli della terra in una tradizione gastronomica che vanta radici profonde e antiche, capace però allo stesso tempo di rinnovarsi. Uno dei piatti tipici di Castro è il pesce a sarsa, una ricetta legata alla festa patronale di Santa Maria Santissima Annunziata.

La ricetta affonda le sue radici nella tradizione gastronomica quando, in periodo di Quaresima, non si mangiava carne e le famiglie per garantirsi un piatto degno della festa della Santa Patrona, preparavano in anticipo il pesce per poi gustarlo il giorno dell'evento liturgico. Il pesce utilizzato erano generalmente le vope, un pesce azzurro non molto pregiato, piuttosto economico e quindi accessibile a tutte le famiglie. La ricetta per preparare il pesce a sarsa è piuttosto semplice.

Il pesce viene pulito, infarinato e fritto. Fatto riposare un paio di giorni e poi sistemato a strati in scodelle di creta dove viene condito con mollica di pane grattugiata a mano, aglio, menta, sale, pepe e bagnato con aceto. Prima di poterlo gustare, si lascia macerare ed insaporire. Una specialità pugliese conosciuta anche con il nome di scapece. La cittadina di Castro rinnova le antiche tradizioni e i sapori del passato attraverso la Sagra del Pesce a Sarsa. Una festa primaverile che ogni anno anima la cittadina salentina di allegria e turisti, fornendo un assaggio anticipato di quello che caratterizza il periodo estivo.

Sagra del Pesce a Sarsa: una grande festa per celebrare la tipicità locale

(Sagra del Pesce a Sarsa)

Uno dei modi più semplice per conoscere il territorio è il suo cibo. A Castro le occasioni non mancano. Ogni anno a fine aprile la cittadina salentina si prepara a festeggiare la Sagra del Pesce a Sarsa il piatto tradizionale legato alla festa patronale di Maria Santissima. Una festa che si inserisce nelle tradizioni di Castro, tra fede e gusto, attraverso un ricco programma di eventi: corteo storico, processione, musica, fuochi pirotecnici, spettacoli e stand gastronomici.

I festeggiamenti si aprono nel pomeriggio del 24 aprile con il corteo storico e la sfilata in abiti medievali. A seguire le vie del paese saranno invase dal profumo della Sagra del Pesce a Sarsa. La pietanza locale sarà distribuita gratuitamente a tutti i visitatori. Tante le specialità locali da leccarsi i baffi, tra rustici, olive piccanti, pittule, pesce fritto, vino locale e soprattutto scapece, ma senza lo zafferano. Perchè qui a Castro il pesce a sarsa, re dello street food salentino, si contraddistingue dalle altre località della Puglia proprio per l'assenza di questa pregiata spezia.

Informazioni utili

DOVE

Castro (Lecce)

QUANDO

dal 24 al 26 aprile 2019

ORARIO

24 aprile: dalle ore 18.00

25-26 aprile: giornata intera

INGRESSO

gratuito

Come arrivare

In Auto

Prendere l'autostrada A14 per Bari e proseguire verso Lecce attraverso la superstrada Bari–Lecce. Prendere la SS16 in direzione Maglie, seguire le indicazioni per Poggiardo e proseguire per Castro.

In Treno

Scendere alla stazione ferroviaria di Lecce, distante da Castro circa 48 km. Proseguire utilizzando gli autobus della FSE.

In Aereo

L'aeroporto di riferimento è quello di Brindisi distante circa 96 km da Castro. Da qui prendere l'autobus che collega l'aeroporto con la città di Lecce e proseguire poi per Castro.

Imposta il navigatore e calcola il percorso per arrivare a Castro.

Scopri tutti gli eventi in Puglia.