Re Manfredi

Re Manfredi, nasce nel 1998 a pochi chilometri da Venosa in provincia di Potenza, si inserisce in questo contesto, nel cuore di quella che è la zona di produzione dell’Aglianico del Vulture. L’intera proprietà gode di una posizione ideale ai piedi del Vulture e qui le viti crescono con un microclima molto particolare.

I vigneti sono quasi interamente coltivati con il vitigno Re del Vulture, l’Aglianico: 30 ettari di 20 anni allevati a Guyot e 22 ettaridi 10 anni allevati a Cordone Speronato, a 420 m s.l.m. di altitudine nel comune di Venosa.

(descrizione)

A questi si aggiunge una piccola parte con uve a bacca bianca, come Müller e Traminer Aromatico, 20 ettari di vigneti da 5 a 10 anni allevati a Guyot, a 420 m s.l.m. di altitudine a Pian di Camera nel comune di Venosa. In provincia di Potenza, nel comune di Maschito, a 550 m s.l.m. si estende il vigneto Serpara, circa 6 ettari, di cui 3 con vigne di oltre 40 anni. È qui che vengono effettuate le selezioni per i nuovi vigneti ed è da queste vigne che si produce il cru della Masseria che porta il suo nome. 

(descrizione)

Un’elegante e accogliente masseria, acquisita dal Gruppo Italiano Vini di cui "Re Manfredi" fa parte, è stata costruita al centro di una proprietà che si estende per oltre 120 ettari, ed è affiancata dalla moderna e dinamica cantina "Terre degli Svevi".

L’unione tra tradizione e innovazione, permette la creazione dei vini “Re Manfredi”, cantina che si muove con un profondo rispetto per l’ambiente che circonda questa magnifica terra.