Pietratorcia

Fondata da tre antiche famiglie contadine ischitane Iacono, Regine e Verde, Pietratorcia contempla oltre sette ha di vigneti che producono uve Biancolella, Forastera, Uva Rilla, Viognier, Malvasia di Candia aromatica, Fiano e Greco (per i vini bianchi); Guarnaccia, Piedirosso, Aglianico, Syrah (per i rossi), siti in microzone ad alta vocazione, nell’areale di Forio e Serrara Fontana.

(descrizione)

Prende il nome da la “pietra torcia”: un enorme, pesante masso tufaceo utilizzato, secoli fa, per spremere le uve, prima che il torchio entrasse nell’uso comune dei vignaioli isolani.

(descrizione)

Oltre alla cantina l’ospitalità offre un goloso ristorante e l’Antica Libreria Mattera, un cenacolo culturale.