Monte delle Vigne

Monte delle Vigne, nasce all’inizio degli anni 80, grazie ad Andrea Ferrari, con l’obiettivo di produrre grandi vini partendo prevalentemente da vitigni autoctoni. Situata a Ozzano Taro, in provincia di Parma, oggi sono diventati sessanta ettari, grazie soprattutto all’ingresso societario di Paolo Pizzarotti, imprenditore parmense che all’inizio degli anni 2000, nel 2003 per la precisione, ha scelto di investire nel progetto enologico di Monte delle Vigne. Un “terroir” unico: colline dolci, linee morbide che da 300 metri di altezza scendono fino alla riva destra del fiume Taro.

(descrizione)

Terreni profondi, marnosi, ricchi di calcare ed argilla consentono alle viti di trasmettere ai grappoli struttura ed intensità. L’esposizione a Est per le uve bianche, a Ovest per le uve rosse, permettono maturazioni perfette. L’elevata escursione termica giorno/notte, creata dalle correnti fredde che scendono dai 1.050 metri della Cisa, donano alle uve eleganza e finezza aromatica.

Allevando con cura e rigore le varietà di malvasia, sauvignon, barbera, croatina, lambrusco, chardonnay, merlot e cabernet franc, tra i filari è massimo il rispetto di ambiente, natura ed ecosistema, per cui in fase di vendemmia si arrivano a raccogliere uve pregiate, schiette e concentrate in ogni loro più piccola sfumatura organolettica.

(descrizione)

Dalla Malvasia al Lambrusco, passando per le bollicine, proponendo una vasta gamma di etichette che spazia dai vini fermi ai vini frizzanti e di pronta beva, quelle di Monte delle Vigne sono tutte bottiglie caratterizzate da una forte personalità e da una grande unicità, figlie di un imprescindibile legame con un terroir oltremodo peculiare e indubbiamente ineguagliabile.