Azienda Agricola La Tunella

La storia dell'azienda agricola La Tunella e i vini che ne sono il frutto prezioso, sono inscindibili dal territorio i Colli Orientali del Friuli, da sempre considerato tra i più vocati alla coltivazione della vite, per le terre composte da una miscela di arenaria e di marna (la ponca, in friulano) e per il microclima, favorevolissimo e unico al mondo. 

Le colline, di lontanissima origine eocenica, lavorate a terrazze dalla mano dell'uomo (si tratta di ben duemila ettari di superficie vitata), sono protette a Nord dalle Prealpi Giulie, scudo poderoso contro i venti più freddi, e piacevolmente riscaldate dalle brezze che provengono da Sud, dal mare Adriatico, lontano solo poche decine di chilometri.

(descrizione)

Nei vini La Tunella si ritrova tutta la generosa freschezza di energie nuove e creative,  ma storia, memoria e tradizione rimangono i punti di riferimento solidi e costanti. Dal Friulano alla Ribolla Gialla, dalla Malvasia allo Schioppettino, fino al Pignolo e al Picolit, passando per il Pinot Grigio, per lo Chardonnay, per il Biancosesto e per il Sauvignon, non c'è vino de La Tunella che non valga un assaggio.

(descrizione)

Dei 70 ettari di proprietà La Tunella, tutti coltivati a vigneto e tutti in zona DOC, il 70% sono dedicati ai bianchi e il rimanente 30% ai rossi. La proporzione rispecchia le tradizioni dei Colli Orientali del Friuli, terra di vini bianchi per eccellenza. 

Grappoli che, dopo essere stati vendemmiati, solamente a giusta maturazione sono trasformati nella moderna cantina distribuita su due livelli e perfettamente funzionale a tutti i processi produttivi.