Casa Vinicola Coppi

È una storia antica quella dei vini Coppi, una storia di famiglia, ora alla terza generazione.  Tutto ha avuto inizio nel 1882, quando un viticoltore pugliese ha dato vita alla storica cantina in cui, negli anni ’60, si ritrovò a lavorare l’enologo Antonio Coppi.

Una storia che vede come palcoscenico la Puglia, e che corrisponde attualmente a duecento ettari vitati, cento di proprietà e cento in affitto, situati in un’area compresa fra il Salento e il sud est barese.

(descrizione)

Siamo nel cuore del territorio della DOC di Gioia del Colle, in cui il primitivo e il negramaro sono i vitigni in assoluto più quotati. Tra i filari, le cure sono meticolose e costanti e le uve che si incontrano sono esclusivamente autoctone, per cui, oltre ai già citati primitivo e negramaro, sono coltivate viti di aleatico, falanghina, malvasia bianca e malvasia nera. I vini Coppi rispecchiano la più vera autenticità pugliese, e sono ormai da anni apprezzati e ricercati dai palati di tutto il mondo.

(descrizione)

Celebrate spesso da importanti premi e riconoscimenti, tanto italiani quanto internazionali, le bottiglie della cantina Coppi nascono da passaggi produttivi rigorosamente controllati cosicché, dalla vigna sino all’imbottigliamento finale, viene garantita la massima eccellenza. Vinificazione, invecchiamento in barrique e affinamento in vetro in locali termocondizionati, si avvalgono dell’ausilio di elettronica e informatica.