Cantine Dragani

Le Cantine Dragani rappresentano da decenni un punto di riferimento del comparto vitivinicolo Abruzzese, iniziando la loro attività nel 1812. A quel tempo la famiglia Dragani possedeva i suoi agri più rinomati, come Selva de' Canonici e lFonte Melata. Le due Tenute, avute probabilmente in affitto dai monaci della badia di Frisa, allora signori del territorio circostante, hanno costituito per decenni la riserva naturale della famiglia Dragani, i luoghi cioè, dove veniva prodotto il vino personalmente usato dai famigliari.

(descrizione)

Alcuni documenti rimangono a testimonianza delle attività dei vari capostipiti nel settore del vino: vanno ricordati quelli che dichiarano la famiglia Dragani fornitrice ufficiale del Vescovo e dei Signori di Ortona. L’esperienza ha permesso negli anni di selezionare le uve in diverse zone e di produrre vini DOC legati a piccoli territori dove spiccano le caratteristiche di tipicità dei vitigni.

(descrizione)

L’azienda è attenta alle innovazioni technologiche e investe risorse per lo sviluppo e la ricerca; prevenire e limitare l'inquinamento dell'acqua, dell'aria e del suolo;contenere i consumi energetici; razionalizzare la produzione di rifiuti, favorendone il recupero ove possibile; migliorare i sistemi di controllo durante l'intero processo produttivo; monitorare le attività commerciali, analizzandone i risultati così da verificare il rispetto degli obbiettivi prefissati.