Cantina del Taburno

La Cantina del Taburno, situata alle pendici del monte del Taburno, è di proprietà del Consorzio Agrario di Benevento. Quest'ultimo, fondato nel 1901, ha svolto nell'arco di un secolo un ruolo fondamentale per lo sviluppo dell'agricoltura sannita e un punto di riferimento per la viticoltura della zona. 600 ettari di 300 soci viticoltori, proprietari o conduttori di vigneti, distribuiti nei territori dei comuni ubicati alle pendici della montagna: Foglianise, Torrecuso, Vitulano, Campoli del Monte Taburno, Castelpoto, Apollosa, Bonea, Montesarchio, Ponte, Tocco Caudio, Paupisi e Benevento.

(descrizione)

L'Aglianico è il principale vitigno del Taburno. La presenza di vigne secolari di Aglianico alle pendici del monte e la sua ampia diffusione nell'intero areale sannita con il nome di Aglianico di Torrecuso, permettono di ritenere tale zona quella originaria del vitigno Aglianico nel Sannio. Accanto all'Aglianico è possibile ritrovare altri vitigni autoctoni a bacca rossa come il Piedirosso e lo Sciascinoso. La Falanghina è, invece, il vitigno a bacca bianca prevalente in tale areale.

(descrizione)

L'azienda ha dedicato molta attenzione anche ad altri tre vitigni a bacca bianca acclimatati da tempo sulle colline del Taburno: la Coda di Volpe, il Greco e il Fiano. I vini che vengono prodotti in azienda sono il risultato di un minuzioso e rigoroso lavoro di ricerca viticola ed enologica.