Bisson Società Agricola

La Società Agricola Bisson, nasce a Chiavari, nel 1978, quando Pierluigi Lugano, sommelier affermato, conscio delle potenzialità nascoste negli aspri vini dei contadini liguri, decide di tentare l’avventura di valorizzazione delle uve della Riviera Ligure del Levante.

La coltivazione a "rigorosa limitazione di Fitofarmaci" è l'ultima sfida che si sta portando avanti, con estrema convinzione, nei propri vigneti a garanzia di qualità e genuinità. Nelle tenute di Trigoso (Sestri Levante) e Campegli (Castiglione Chiavarese) vengono coltivati i tipici vitigni del Levante Ligure (Vermentino, Bianchetta e Ciliegiolo), da cui maturano le uve per la produzione dei vini omonimi.

(descrizione)

Dalle uve Vermentino e Bianchetta, attentamente selezionate e fatte appassire, si ottiene un numero limitato di bottiglie di vini dolci passiti. Dall’uvaggio di Dolcetto e Barbera, uve già presenti sul territorio fin dal '700 (la Liguria ed il Piemonte, attraverso le strade del sale, barattavano frutti marinari con prodotti dell’entroterra) è ottenuto il rosso Musaico, vino dalla spiccata personalità.

Nei terrazzamenti a strapiombo sul mare, in Riomaggiore, sono audacemente coltivati, con antiche pratiche manuali, i vitigni Bosco, Vermentino e Albarola da cui nasce il tipico vino delle 5 Terre denominato Marea. Da un'attenta selezione ed appassimento su graticci delle stesse uve, si ottiene un numero limitatissimo di bottiglie del mitico passito Sciacchetrà.

(descrizione)

Dieci anni fa, Pierluigi Lugano, che conduce l’azienda unitamente alla figlia Marta e responsabile tecnico della produzione, ha avviato un progetto per dare vita ad uno spumante metodo classico mai realizzato prima. Coniugando la passione per il vino e il mare, pensò che l’ambiente ideale poteva proprio essere il fondale marino.

Profondità 60 metri, temperatura costante +15°, penombra, contropressione e una serie di fattori favorevoli per ottenere in questo contesto ideale lo spumante più esclusivo. La località in cui matura lo spumante è al largo della Baia del Silenzio di Sestri Levante.

Nel corso degli anni, ultimate tutte le sperimentazioni e le ricerche, il progetto è partito, e da maggio 2009, 6500 bottiglie maturano nel fondale marino. Viene fatto riemergere dopo 18 mesi di permanenza in acqua; ed è prevista la immissione sul mercato per le festività Natalizie.