Zafferano dell'Aquila DOP

Zafferano dell'Aquila DOP

Lo Zafferano dell'Aquila DOP viene prodotto nella zona dell'altopiano di Navelli ed è lo zafferano migliore al mondo. Per la sua qualità e valore viene anche definito l'oro rosso di Navelli.

La consacrazione di questo zafferano si è avuta nel 2005 quando la Comunità Europea ha riconosciuto la Denominazione di Origine Protetta “Zafferano dell’Aquila” e la categorizzazione dello stesso come di categoria superiore.

Caratteristiche e proprietà

Lo zafferano dell’Aquila è considerato tra i più pregiati del mondo.
La sua lavorazione ha una lunga tradizione ce si tramanda da genarazioni e ha un processo di produzione molto eaborato. 

Può essere utilizzato sia in fili che macinato in bustina.

La storia

(descrizione)

Lo zafferano venne introdotto in Italia dalla Spagna nel XIII secolo da un frate domenicano facente parte della famiglia Santucci di Navelli. Una leggenda vuole l'introduzione dello Zafferano dovuta a Ponzio Pilato la cui dimora in ville della zona sarebbe testimoniata da altrettante leggende ed effettivi ritrovamenti archeologici.

L'iscrizione dello Zafferano dell'Aquila nel Registro delle Denominazioni d'Origine Protetta risale al 4 febbraio 2005, mentre la costituzione del Consorzio per la Tutela dello Zafferano dell'Aquila risale al 13 maggio 2005.

La produzione

La pianta alla base della coltivazione dello zafferano è il Crocus sativus (famiglia delle Iridacee) che produce fiori con 6 petali dal colore violetto intenso. Lo Zafferano è una pianta sterile in grado però di generare altri semi fertili che con l'aiuto dell'uomo possono essere estratti e riseminati.

Il secondo aspetto fondamentale è la tecnica e processo di coltivazione tramandato di generazioni in generazioni. Il sistema è molto più complesso e laborioso di altre metodologie usate per coltivare la spezia ed ha diverse fasi in tutte le stagioni.

L'ultima fase è la tostatura, gli stimmi vengono messi in un setaccio e appesi per circa 20 minuti all'interno di un camino con sotto la brace fatta di legno di quercia o mardorlo. Questa procedura consente di conservare l'aroma ed il tipico colore rosso della spezia. 

Il valore di questa spezia si può sintetizzare in pochi numeri: occorrono dai 200.000 ai 250.000 fiori e circa 500 ore di lavoro per fare 1 chilogrammo di zafferano!!!

Utilizzo in cucina

Lo zafferano si presta ad ogni tipo di preparazione, sai salata che dolce. Naturalmente c'è il risotto allo zafferano conosciuto come "risotto alla milanese".