Vastedda della Valle del Belice DOP

Vastedda della Valle del Belice DOP

Il Vastedda della Valle del Belice DOP è famoso per essere uno dei pochi formaggi a pasta filata di pecora esistenti al mondo. La rarità di questo tipo di formaggio è dovuta alla delicatezza, alla manualità e alla meticolosità che questo prodotto richiede per la sua realizzazione.

Le caratteristiche

(descrizione)

Il Vastedda della Valle del Belice DOP si presenta a forma di focaccia, con un peso che arriva fino ai 700 grammi. La crosta è color avorio e la pasta è bianca liscia e priva di occhiature. Il sapore è quello tipico dei formaggi di pecora freschi, leggermente aciduli ma non piccanti.

La storia

(descrizione)

Il Vastedda della Valle del Belice DOP nacque per rispondere all’esigenza dei casari di recuperare i pecorini che presentavano difetti. Il nome deriva dal termine dialettale "vasta" cioè guasta, andata a male. I pecorini mal riusciti venivano filati ad alta temperatura, per realizzare un formaggio a forma ovoidale da consumare fresco, entro due o tre giorni.

Oggi le tradizioni secolari caseare siciliane sono rimaste pressoché immutate e garantiscono ancora un sapore e un metodo di produzione d'altri tempi, che conferiscono a questo raro formaggio il fascino odierno.

La produzione

(descrizione)

Il Vastedda della Valle del Belice DOP si produce con il latte di due mungiture, lavorato entro 48 ore al massimo. Il latte viene prima setacciato, scaldato e poi addizionato con il caglio. La cagliata ottenuta si rompe fino a che i granuli della pasta ottenuta non raggiungono la grandezza di un chicco di riso. Dopo 24-48 ore la cagliata inacidita viene tagliata e inserita nel recipiente di legno denominato "piddiaturi", dove viene ricoperta di scotta o acqua calda (80-90°C) per 3-7 minuti finché la massa diventa compatta e può essere filata. Si procede con la messa a forma tipica di questo formaggio, per poi passare alla salatura (in salamoia); e infine al consumo.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

Il Vastedda della Valle del Belice DOP si conserva per poco tempo in luoghi freschi e asciutti. Il formaggio non si presta alla stagionatura. Quindi oltre ad essere consumato come formaggio da tavola, insieme ad un filo d'olio e all'origano, è un ottimo ingrediente per timballi ma anche per pizze e panini, essendo considerato come una mozzarella ovina.