Radicchio rosso di Treviso IGP

Il radicchio rosso di Treviso IGP

Il radicchio rosso di Treviso IGP è un ortaggio prodotto grazie alle capacità uniche di abilità e tecnica manuale tipica dei suoi coltivatori.

Le caratteristiche

(descrizione)

Il radicchio rosso di Treviso IGP è un ortaggio che si presenta con un cespo voluminoso e ben chiuso. Il suo colore è rosso con nervature bianche molto evidenti. Il sapore è amarognolo con una consistenza croccante. Il radicchio rosso di Treviso IGP tardivo, invece, ha delle foglie serrate e avvolgenti, il colore è un rosso vinaccia e il sapore rimane amaro con una consistenza decisamente più croccante.

La storia

(descrizione)

Il radicchio rosso di Treviso IGP vanta una storia plurisecolare. Le prime tracce risalgono addirittura al XVI secolo proprio a Treviso, quando veniva utilizzato nelle tavole dei ceti più poveri. Solo in seguito questo ortaggio è diventato sempre piu rinomato e ricercato soprattutto grazie alle tecniche di produzione ad esso dedicate.

La produzione

(descrizione)

Il radicchio rosso di Treviso IGP si produce mediante semina o trapinato in entrambe le sue varieta: precoce (con raccolta prevista ad ottobre) e tardivo (con raccolta prevista a novembre). Per quest'ultimo sono fondamentali le operazioni di imbiancamento (i cespi vengono raccolti in gabbie o in mazzi allineati nel terreno e coperti con dei teli per favorire la crescita delle foglie senza luce) e forzatura (i cespi vengono colloocati verticalmente nell'acqua risorgiva all'altezza del colletto fino al giusto grado di maturazione), grazie alle quali si mantengono e si accrescono le preziose qualità del radicchio rosso di Treviso IGP.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

Il radicchio rosso di Treviso IGP si conserva in frigorifero avendo cura di asciugare bene le foglie. Essendo un ortaggio molto gustoso, si consuma da solo saltato in padella o ai ferri, oltre ad essere un ottimo ingrediente per una miriade di ricette.