Mela dell'Alto Adige IGP

Mela dell'Alto Adige IGP

L'eccezionale qualità delle mele altoatesine è garantita ai consumatori sotto diversi aspetti. Tredici varietà di mele altoatesine hanno conquistato la denominazione IGP (indicazione geografica protetta). Questo significa che sono riconosciute a livello europeo come specialità regionali, alla cui qualità contribuisce sensibilmente la posizione geografica, e sono tutelate per quanto concerne la denominazione di origine.

La Produzione

(descrizione)

Con un'estensione di 18.000 ettari, l'area dell'Alto Adige dedicata alla coltivazione delle mele è la più vasta area europea chiusa destinata alla frutticoltura e, ciò nonostante, è frazionata in appezzamenti estremamente ridotti. Sono infatti le oltre 7.000 aziende familiari altoatesine impegnate nella coltivazione delle mele e, in media, ogni singola azienda ha dimensioni comprese tra i 2,5 e i 3 ettari appena. Questa superficie è spesso suddivisa in più lotti di terra, a volte distanti gli uni dagli altri. La frutticoltura è praticata solo sul 2,5% della superficie totale dell'Alto Adige. Questo permette alle mele di crescere e maturare raggiungendo la massima qualità!

Il clima perfetto

(descrizione)

La mela Alto Adige è coltivata anche nella Valle Isarco e nei pressi di Bressanone. La posizione geografica di quest'area destinata alla frutticoltura assicura un prodotto di altissima qualità, perché il clima tipicamente mediterraneo dell'Alto Adige, caratterizzato da primavere piovose e da un'estate e un autunno assolati, è ideale per la coltivazione delle mele. Al nord le Alpi proteggono la regione dedicata alla coltivazione delle mele dai freddi venti settentrionali mentre a sud l'area è particolarmente aperta. I 300 giorni di sole e le oltre 2.000 ore di sole l'anno garantiscono alle mele le condizioni ideali per la maturazione sull'albero. Le precipitazioni annue, pari a 800 mm l'anno, sono sufficienti a coprire il fabbisogno idrico di base della melicoltura, anche se in estate è necessario integrare l'apporto idrico con l'irrigazione. Durante il periodo del raccolto le notti sono fresche e le giornate temperate: niente di più indicato per la coltivazione delle mele.

La varietà

(descrizione)

Insomma, il microclima perfetto per mele di qualità. La produzione integrata garantisce mele di ottima qualità e, al tempo stesso, protegge la natura. Produzione biologica e tradizione. Le prime mele biologiche in Alto Adige risalgono agli anni '80. Sono 13 le varietà di mele che hanno ottenuto questo indicatore europeo che le riconosce come specialità regionale e dà subito un’indicazione sulla sua qualità e bontà: si tratta di Breaburn, Elstar, Fuji, Golden Delicious, Granny Smith, Idared, Jonagold, Morgenduft, Red Delicious, Stayman Winesap, Pinova e Topaz.