Le Clementine di Calabria IGP

Le Clementine di Calabria IGP

Le clementine di Calabria IGP maturano così precocemente che già da ottobre possono essere raccolti e commercializzati. Questo grazie alle condizioni climatiche in cui si trovano a crescere.

Le caratteristiche

(descrizione)

Le clementine di Calabria IGP sono di colore arancio acceso, una polpa succosa e dolce, la totale assenza di semi (raramente se ne trova qualcuno). Si presentano di forma sferica leggermente schiacciati ai poli.

La storia

(descrizione)

Le clementine di Calabria IGP nascono, secondo alcuni, dall'incrocio dell'arancio amaro e il classico mandarino. Secondo altri invece sarebbe una varietà importata direttamente dalla Cina. Tra il 1930 ed il 1950 questa coltivazione si è diffusa molto in Calabria e, grazie alla sua bontà e alla sua precocità nella maturazione si è imposta sui mercati diventando una grande fonte di sostenatamento per le comunità del luogo.

La produzione

(descrizione)

Le clementine di Calabria IGP vengono coltivati su ampi terreni pianeggianti a circa 300/600 metri sul livello del mare. Sono previste un massmo di 1200 piante per ettaro. Le piante devono avere una giusta distanza tra loro e devono essere lontane da quelle del mandarino, per evitare l'impollinazione incrociata che porterebbe allo sviluppo di frutti con i semi. La raccolta avviene durante tutto il periodo invernale che va da ottobre a febbraio.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

Le clementine di Calabria IGP si conservano anche a lungo in frigorifero. sono consumati prevalentemente come frutta a fine pasto anche se il loro utilizzo in pasticceria è noto e molto variegato. Ultimamente molti piatti utilizzano la clementina di Calabria IGP come ingrediente. Molte case cosmetiche li utilizzano per creare lozioni e creme ad azione tonificante.