La mortadella di Prato IGP

La mortadella di Prato IGP

La mortadella di Prato IGP si distingue per la presenza dell'alchermes tra gli ingredienti. Un liquore rosso che caratterizza assolutamente il sapore e il colore di questo prodotto IGP.

Le caratteristiche

(descrizione)

La mortadella di Prato IGP si produce partendo dalla selezione delle carni di suino da utilizzare. Una volta selezionate le carni, queste vengono tagliate a cubetti e lasciate riposare in celle frigorifere per 24 ore. Le parti magre vengono macinate e poi amalgamate con i restanti cubetti di lardo, spezie e alchermes, il tutto viene insaccato in un budello naturale o sintetico. Si passa alla fase della stufatura e poi alla cottura a vapore, finita la quale si procede al raffreddamento in acqua asciugatura e confezionamento.

La storia

(descrizione)

La mortadella di Prato IGP è un prodotto che nasce per recuperare le carni uitlizzate per la produzione di salumi più famosi e importanti come la finocchiona. Le carni recuperate venivano amalgamate con spezie varie e l'alchermes. Questa prodotto ha rischiato di sparire verso gli anni 50 del XX secolo, in favore di salumi e mortadelle più pregiate; mentre sta ritrovando una seconda giovinezza proprio in questi anni, grazie anche al marchio IGP.

La produzione

(descrizione)

La mortadella di Prato IGP si presenta di forma cilindrica di colore rosa acceso per la presenza dell'alchermes inframezzato dal bianco dei cubetti di grasso. La consistenza è compatta, morbida al palato, il sapore è un contrasto continuo tra il dolce del liquore e il sapido e l'aromatico delle spezie e delle carni.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

La mortadella di Prato IGP si gusta a temperatura ambiente, accompagnata con fichi o con il pane toscano (senza sale). Ottimo ingrediente per alcune ricette della tradizione gastronomica locale come i sedani alla pratese.