La melanzana rossa di Rotonda DOP

La melanzana rossa di Rotonda DOP

La melanzana rossa di Rotonda DOP si caratterizza soprattutto perché al taglio la sua polpa rimane bianca molto più a lungo rispetto alla polpa di tutte le altre melanzane.

Le caratteristiche

(descrizione)

La melanzana rossa di Rotonda DOP si presenta con una forma tonda di colore quasi rosso, molto simile a un pomodoro. Il peso è di circa 200 grammi. Prima della maturazione la melanzana presenta delle striature verdi mentre diventa completamente arancione, quasi rossa a maturazione avvenuta. La polpa è carnosa, il gusto è leggermente amaro e piccante, l'odore ricorda quello del ficodindia. 

La storia

(descrizione)

La melanzana rossa di Rotonda DOP non ha nulla a che vedere con la melanzana viola classica. Si pensa sia stata introdotta per la prima volta dall'Africa da alcuni soldati italiani di ritorno da qualche campagna di guerra. Per la sua caratteristica forma e colore a pomodoro, in dialetto si chiama "merlingiana a pummadora".

La produzione

(descrizione)

La melanzana rossa di Rotonda DOP si coltiva su terreni precedentemente arati e preparati. Le piantine vengono innestate secondo il disciplinare di produzione tra maggio e giugno. La raccolta avviene a luglio a mano con l'aiuto di forbici per non rovinare il frutto dal peduncolo.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

La melanzana rossa di Rotonda DOP si conserva in luoghi freschi e asciutti. Spesso vengono conservate legate e appese, in attesa che asciughino. Le ricette che vedono questo ortaggio protagonista sono moltissime, soprattuto quelle legate alla tradizione. Ottime arrostite e sott'olio, oppure fritte. Spesso vengono utilizzate anche le foglie in cucina.