La focaccia di Recco col formaggio IGP

La focaccia di Recco col formaggio IGP

La focaccia di Recco con formaggio si caratterizza per essere sottile e croccante e per racchiudere un cuore di morbido formaggio fuso.

Le caratteristiche

(descrizione)

La Focaccia di Recco col Formaggio IGP ha una forma che può essere circolare, quadrata o rettangolare e mai più alta di un centimetro. In superficie la focaccia è irregolare, con presenza di bolle. La consistenza della focaccia è friabile con sapore leggermente salato, mentre il ripieno è morbido e cremoso di sapore dolce con un leggero sentore acidulo.

La storia

(descrizione)

La Focaccia di Recco col Formaggio IGP ha origini molto antiche, risalenti alle invasioni saracene che costringevano le popolazioni liguri a rifuggiarsi nell'entroterra e, gli unici ingredienti disponibili in queste situazioni, erano farina acqua e formaggio. Nel 1800 questo prodotto grazie ad alcune aziende "Recchesi" si è imposto sul mercato, incentivando una distribuizione non solo nel periodo indicato dalla tradizione (durante la festa di ognissanti quando veniva distribuita gratis), ma durante tutto l'anno.

La produzione

(descrizione)

L'impasto della Focaccia di Recco col Formaggio IGP viene ottenuto con farine di grano tenero 00, acqua, olio EVO e sale. L'impasto viene fatto riposare per una trentina di minuti e poi steso fino al raggiungimento dello spessore di un millimetro. Su questo strato, adagiato su una teglia oliata, viene messo il formaggio (crescenza o stracchino). Il tutto viene ricoperto con un altro strato d'impasto identico al primo, sigillato con lo strato inferiore e infornato. Non sono ammesse pratiche di precottura e/o di surgelazione, il prodotto va realizzato e consumato fresco.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

La Focaccia di Recco col Formaggio IGP ha diversi utilizzi nella gastronomia locale. Può essere consumata come antipasto o come piatto unico dopo un primo. Spesso sostituisce la pizza soprattutto per quelle persone che non sopportano la lievitazione.