La finocchiona IGP

La finocchiona IGP

La finocchiona IGP si caratterizza per il suo inconfondibile odore e sapore di finocchio e per la consistenza morbida della sua fetta.

Le caratteristiche

(descrizione)

La finocchiona IGP si presenta di forma cilindrica e di colore rosso. Al taglio, la fetta ha parti magre di colore rosso e parti grasse di colore bianco avorio. Le parti magre e le parti grasse sono distribuite in egual musura permettendo una consistenza morbida anche dopo diversi giorni di stagionatura. Al suo interno è possibile vedere semi e fiori di finocchio così come fa notare anche anche il suo sapore.

La storia

(descrizione)

La finocchiona IGP nasce molto tempo fa per sopperire ai costi del pepe, infatti, i macellai della Toscana dell'epoca sostituirono questa spezia con il più facilmente reperibile finocchio. Il termine finocchina si ritrova in molti documenti antichi già dal 1400 circa, lo stesso Machiavelli, ne era goloso.

La produzione

(descrizione)

La finocchiona IGP nasce dal taglio di carni suine selezionate. Queste vengono tritate e mescolate con aglio pepe, semi e fiori di finocchio. Il tutto viene inserito in un budello naturale e legato con lo spago. Ogni pezzo deve pesare almeno 0,5 kg. Segue la fase di disidratazione e poi quella di stagionatura effettuata a temperature comprese tra gli 11 e i 18 gradi, per una durata che va dai 15 ai 45 giorni.

l'utilizzo in cucina

(descrizione)

La finocchiona IGP si conserva in frigo, una volta tagliata, avvolta in un panno umido per conservarne le caratteristiche di morbidezza e aroma. Si consuma preferibilmente accompagnata dal pane "sciocco" Toscano, con delle focacce o delle verdure. Ottima se accompagnata con vini rossi locali.