La carota dell'altopiano del Fucino IGP

La carota dell'altopiano del Fucino IGP

La carota dell'altopiano del Fucino IGP nasce in una terra giovane, proprio per questo ricca di humus e fertilissima. Ciò le permette di acquisire delle proprieta organolettiche uniche come la ricchezza delle vitamine presenti nella polpa.

Le caratteristiche

(descrizione)

La carota dell'altopiano del Fucino IGP ha una forma cilindrica con la punta arrotondata. non ha peli, il gusto è dolce e la consistenza è croccante e vitrea alla rottura. Il colore è un uniforme arancio intenso.

La storia

(descrizione)

La coltivazione della carota risale a molti anni fa. Si pensa sia una pianta originaria dell'Afghanistan, ma gia intensamente coltivata con i Greci e i Romani. In italia, e in particolare nell'altopiano del Fucino, è stata introdotta solo dopo il prosciugamento del lago del Fucino, e solo dal 1950 ha aumentato notevolmente la sua produzione ed esportazione come oggi la conosciamo.

La produzione

(descrizione)

La carota dell'altopiano del Fucino IGP si semina tra febbraio ed aprile. Non necessita di particolari attenzioni a seconda della maturazione possono essere raccolte in ogni periodo dell'anno ma la migliore produzione è da giugno a ottobre. La raccolta deve avvenire nelle prime ore del mattino e l'irrigazione delle piante, nei mesi estivi deve avvenire solo di notte per non rovinarle.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

La carota dell'altopiano del Fucino IGP e più in generale le carote hanno un notevole utilizzo i cucina sia come condimento, che come contorno. Date le notevoli proprietà organolettiche è consumata soprattutto per la sua genuinità in centrifughe, minestre e spremute, cruda o cotta. Ricca di vitamine, antiossidanti e di molte altre proprietà importantissime per il nostro organismo, si trova sempre un motivo buono per mangiarle.