Il prosciutto di Carpegna DOP

Il prosciutto di Carpegna DOP

Il prosciutto di Carpegna DOP un prodotto che viene stagionato e qualitativamente misurato tramite la "puntatura".

Le caratteristiche

(descrizione)

Il prosciutto di Carpegna DOP si presenta con una forma tondeggiante. Al taglio è rosato inframezzato dal bianco delle parti grasse. Il sapore è dolce e aromatico ma anche fragrante e delicato.

La storia

(descrizione)

Il prosciutto di Carpegna DOP ha una storia molto antica. Si pensa infatti che, data la presenza di numerosi querceti già al tempo dei romani, i maiali venissero allevati e utilizzati per la produzione di prosciutti e insaccati già a quel tempo. Ma è con il rinascimento che abbiamo i primi documenti storici (quadri e contratti) che attestano, verosimilmente, la presenza di questa produzione nelle Marche.

La produzione

(descrizione)

Il prosciutto di Carpegna DOP dopo la macellazione viene sottoposto per 24 ore alla refrigerazione e, in seguito, viene rifilato. Le operazioni di salatura sono due e durano 7 giorni (la prima fase) e 11 giorni (la seconda fase). Dopo le fasi di salatura il prosciutto viene privato del grasso in eccesso e coperto di strutto nelle parti prive di cotenna. Si passa, quindi, alla stagionatura che dura non meno di 13 mesi.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

Il prosciutto di Carpegna DOP si conserva in luoghi freschi e asciutti; o in frigo se tagliato a fette. Si consiglia di riporlo coperto da carta alimentare per evitare che le fette si secchino perdendo alcune caratteristiche importanti.