Il pecorino di Picinisco DOP

Il pecorino di Picinisco DOP

Il pecorino di Picinisco DOP ha particolari qualità organolettiche grazie all'utilizzo del caglio di agnello piuttosto che quello di vitello e, grazie al mancato inoculo di fermenti lattici che permette la conservazione e la salvaguardia della flora specifica.

Le caratteristiche

(descrizione)

Il pecorino di Picinisco DOP ha una forma cilindrica con un diametro compreso tra i 12 e i 25 cm. A seconda della stagionatura, il sapore e il colore cambiano significativamente. Il tipo "scamosciato" (stagionato per 30-60 giorni), pesa fino a 2,5 kg, ha una crosta sottile e rugosa e una pasta dalla struttura compatta con leggera occhiatura, di colore bianco tendente al giallo paglierino. Il sapore è dolce.

La tipologia "stagionato" (stagionato per 90 giorni), pesa fino a 2 kg, ha una crosta sottile e rugosa, e la pasta ha struttura compatta con leggera occhiatura, ma il sapore è più intenso e corposo.

La produzione

(descrizione)

Il pecorino di Picinisco DOP viene prodotto con il latte di pecore autoctone (ammesso un 20% di latte di capra sempre proveniente dalle zone di riferimento) lasciate libere di nutrirsi nei pascoli della zona di provenienza.

Il caglio utilizzato è quello in pasta di capretto o agnello proprio per conservare e rafforzare ancora di più gli aromi e i sentori della zona di produzione. Rotta la cagliata, il risultato viene lasciato riposare per un po' fuori dalle forme, poi si procede alla salatura a mano o in salamoia. E infine alla stagionatura, durante la quale, è possibile trattare le forme con olio di oliva.

La storia

(descrizione)

Il pecorino di Picinisco DOP lascia le sue prime traccie già dal 1600, quando le prime testimonianze scritte ci parlano di come questa tipologia di formaggio veniva commercializzata e prodotta nel luogo, attestandosi come valida forma di sostentamento per i contadini dell'epoca. Con il passare del tempo, questo prodotto, ha assunto sempre una valenza maggiore tanto da meritarsi il marchio DOP.

L'utilizzo in cucina 

(descrizione)

Il pecorino di Picinisco DOP si conserva in luoghi freschi e asciutti avvolto in panni di cotone appena inumiditi. Visto il suo gusto e sapore inconfondibile è utilizzato in molte delle ricette tipiche della cultura gastronomica del luogo. Ottimo anche da solo o accompagnato con pomodori secchi sott'olio, cipolle o miele d'acacia.