Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP

Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP

Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP è un prodotto dalle elevate proprieta nutritive e organolettiche grazie alle caratteristiche pedoclimatiche della zona di produzione.

Le caratteristiche

(descrizione)

Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP si presenta sul mercato con diversi tipi: Sapgnolit, Spagnolo, Calonega, Canalino. Le dimensioni, sia del baccello che del seme, variano a seconda della varietà, da un minimo di 11 cm ad un massimo di 15,5 cm (baccello) e da 14,6 mm a 17 mm (seme).

La storia

(descrizione)

Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP fù introdotto nel Bellunese per la prima volta nel XVI secolo quando Papa Clemente VII donò alcuni semi di questa varietà all'umanista Valeriano. Nel tempo numerose certificazioni parlano di come questa varietà sia tra le più buone e, come tra numerosi alti e, pochi bassi, ha raggiunto nei giorni nostri il marchio IGP a garanzia della sua qualità e della sua tipicità.

La produzione

(descrizione)

Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP ha bisogno di un terreno precedentemente e accuratamente preparato. La semina avviene a maggio (4-5 semi per zona di semina). Il tutoraggio avviene da subito con pali e canne appositi. La raccolta è fatta esclusivamente a mano perchè la maturazione è scalre e può protrarsi da agosto fino a settembre

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

Il fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP si conserva fresco in frigo per 4 o 5 giorni. Il prodotto secco invece si conserva più a lungo ma prima della cottura ha bisogno di essere messo a bagno per lameno 12 ore. I fagioli sono stati una grande fonte alimentari in quanto sostituivano la carne, oggi sono la base di moltissime diete soprattutto per le loro proprietà nutritive. Sono un ottimo ingrediente da utilizzare nelle zuppe, paste e minestroni.