I Ricciarelli di Siena IGP

I Ricciarelli di Siena IGP

I Ricciarelli di Siena IGP sono caratterizzati dal loro impasto particolarmente bianco dovuto alla presenza dello zucchero e all'essenza di farine e fecola di patate.

Le caratteristiche

(descrizione)

I Ricciarelli di Siena IGP hanno una forma ovale e pesano introno i 30 grammi cadauno. In superficie vi è uno strato di zucchero a velo. Il colore è leggermente dorato e la superfice presenta delle piccole crepe. Il colore della pasta è bianco o beige chiaro. Il sapore è dolce tipico della pasta di mandorle.

La storia

(descrizione)

I Ricciarelli di Siena IGP vantano una storia molto antica probabilmente proveniente dal mondo arabo in seguito al periodo delle crociate. Venivano chiamati anticamente "marzapanetti alla senese", prodotti nelle botteghe degli speziali (le farmacie dell'epoca, l'unico posto dove erano disponibili le spezie adatte per aromatizzare questi dolci). A testimonianza di questa tradizione sono visibili, ancora oggi, antiche spezierie nei pressi di Piazza del Campo di Siena, che conservano soffitti affrescati con scritte in oro inneggianti a Ricciarelli, Panforti e altri dolci tipici locali lavorati in queste botteghe.

La produzione

(descrizione)

I Ricciarelli di Siena IGP sono realizzati con alcuni ingredienti base: mandorle dolci, zucchero semolato e a velo, agenti lievitanti e albume d'uovo di gallina. Sono ammesi anche altri ingredienti in sostituzione o in aggiunta, come il miele millefiori, le bacche di vanillina, lo sciroppo di glucosio. Una volta realizzato l'impasto segue la porzionatura fatta a mano o meccanica dopodiché vengono spolverati con abbondante zucchero a velo, pronti per la commercializzazione.

L'utilizzo in cucina

(descrizione)

I Ricciarelli di Siena IGP si conservano al meglio in luogo fresco e asciutto per mantenere la loro morbidezza e fragranza. Sono ideali consumati a fine pasto abbinati a tè, caffè o vini dolci locali come il Vin Santo o Moscadello di Montalcino.