Viso: quando le viole tolgono il pensiero...

Se il caldo color ambrato donatoci dall'estate ha ormai abbandonando il nostro viso, è giunto proprio il momento di dedicare un po' di tempo a noi stesse.

Piccole imperfezioni, macchie, colorito spento e non omogeneo possono essere spazzati via con un fiore... Le viole del pensiero faranno al caso nostro: bastano infatti 30 grammi di questo colorato fiore e il nostro viso sarà pronto ad affrontare i chiaroscuri dell'autunno!

La viola del pensiero, oltre ad essere molto usata in profumeria per il suo inconfondibile odore, è anche preziosissima per la pelle, grazie alla sua azione depurativa e decongestionante.

La sua attività sull'epidermide è duplice: da un lato infatti favorisce l'eliminazione delle tossine, d'altro canto, la ricchezza di flavonoidi, carotenoidi e vitamine permette alla pelle di assumere un aspetto sano e luminoso. L’infuso o la tintura madre sono inoltre indicati per eliminare la crosta lattea dei bambini, nell’acne, nelle dermatiti, nelle bronchiti e nel reumatismo articolare.

Come preparare il tonico:
Mettete a bollire i fiori in un litro d'acqua fino ad ottenere un terzo del composto. Quindi trasferite il liquido ottenuto in un flacone e mettetelo in frigo. Utilizzate questo composto mattina e sera e godetevi il risultato!

In effetti, cosa c'è di meglio di un fiore per togliersi il pensiero?