Via la cellulite con l'automassaggio

Il massaggio è' una forma di terapia antica e anche uno dei gesti più naturali che compiamo quotidianamente, dal momento che è istintivo frizionare una spalla indolenzita, o sfregare quella parte del corpo che ci fa male. Esistono massaggi specifici per ogni sintomo: contro l’emicrania, lo stress, per migliorare la circolazione, per combattere gli inestetismi della cellulite e scacciare la tanto odiata pelle a buccia d’arancia. 

Non c’è dubbio che, in vista dell’estate, il tipo di massaggio più richiesto dalle donne, per giungere alla prova costume in piena forma, è quello anticellulite!

Sono tanti e diversi i trattamenti che i centri estetici, le beauty farm e le Spa di tutta Italia propongono, per ogni tipo di inestetismo. Sicuramente il risultato prodotto dai macchinari e dalla mano pratica dell’esperto sarà più veloce e completo.
Ma per chi non può permettersi una costosa serie di cicli di massaggi anticellulite nei centri specializzati, eccovi svelati i trucchi  dell’automassaggio!

Il metodo dell’automassaggio
Per un massaggio efficace contro la cellulite occorre innanzitutto che vi pocuriate i prodotti giusti per massaggiare la zona interessata dall’inestetismo. Dunque, via a creme, olii e gel (meglio se a base di caffeina) che rendono l’auto-massaggio ancora più efficace e permettono alle mani di scorrere meglio sulla pelle.
Il massaggio dev’essere eseguito almeno per 10-15 minuti al giorno fino ad un massimo di 20-30, l’importante è esso che sia costante, quotidiano, ed efficace!

Come eseguire il massaggio
I movimenti sono la chiave affinchè il massaggio abbia il suo effetto. Questi devono essere fluidi e lenti, dal basso verso l’alto e le mani non devono premere eccessivamente sui tessuti.
Con le gambe sollevate (per facilitare la circolazione veniosa), si devono creare dei piccoli centri concentrici sulla zona interessata con i palmi delle mani. Tali movimenti miglioreranno la circolazione locale favorendo l’afflusso del sangue ossigenato ai tessuti, liberandoli così dalle scorie.

Procedere poi in questo modo:  cingere la caviglia con entrambe le mani ed esercitare leggere pressioni “a pompa”, risalendo lentamente di pochi centimetri alla volta, fino all’attaccatura della coscia all’inguine. Si prosegue frizionando tutta la gamba con il palmo delle mani aperte eseguendo movimenti leggeri come carezze, tracciando piccoli cerchi concentrici, in senso ascendente.

Attenzione a non tralasciare glutei e fianchi: anche qui applicate il prodotto sulle natiche e con sfioramenti delle mani aperte proseguite dal basso verso l’alto, mentre per i fianchi eseguite gli stessi movimenti dall’esterno delle cosce fino alla vita.
Un simile intervento permette lo stimolo dell’intero sistema circolarorio, agevolando l’afflusso sanguigno al cuore, per un immediato effetto sgonfiante.

Se poi, a questo massaggio giornaliero e costante, ci abbiniamo le tisane drenanti e antiossidanti come il tè verde e, una volta alla settimana, applichiamo un prodotto esfoliante che liberi la superficie cutanea da impurità e cellule devitalizzate, il risultato è assicurato in poche settimane!!!

Leggi anche:
- Aiuto, cellulite in gravidanza: cosa fare?

- Ritenzione idrica da drenare

- Il massaggio fai da te scaccia stress