Soffri di Emicrania? Ecco gli alimenti da evitare

I cibi che causano l'amicrania


Se ne soffri, lo sai: l'emicrania non è solo un mal di testa, ma anche lampi di luce, vista offuscata, nausea e vomito, con o senza un dolore lancinante al cranio. I sintomi degli emicranici sono diversi tra loro, così come i fattori che scatenano gli attacchi: dallo stress alla stanchezza, alla luce forte (soprattutto a lampi o tremolante), agli odori intensi.
Ma la causa principale, solitamente, è il cibo.  Ecco i "soliti sospetti" da cui stare alla larga.

Alcool
La maggior parte delle emicranie è causata da un cambiamento del tono dei vasi sanguigni, che si allargano o restringono. Per questo motivo, gli alcolici sono uno dei principali fattori scatenanti, in quanto fanno espandere i vasi. Inoltre, l'alcool è un diuretico (cioè disidrata l'organismo), e la disidratazione è un altro fattore scatenante dell'emicrania. Il vino rosso è particolarmente a rischio per l'emicrania, in quanto è ricco di sostanze fenoliche, ottime per il cuore ma che possono scatenare il dolore. I rossi giovani e vivaci sono i più rischiosi.

Caffeina
Quello della caffeina è un caso complicato, ma generalmente non è sostanza utile per l'emicrania. Un apporto elevato di caffeina, cioè più di tre o quattro caffè, bibite energetiche o tè al giorno, in molte persone può scatenare l'emicrania.
D'altro canto, l'astinenza da caffeina è un altro fattore scatenante, quindi stai attento se sei abituato a bere parecchi caffè e riduci all'improvviso o vuoi addirittura smettere.
Molte persone, però, soprattutto se non bevono molto caffè, trovano che una tazzina le aiuta a riprendersi dall'emicrania. Per questo motivo, la caffeina è presente in molti medicinali antidolorifici.

Zucchero
Lo zucchero puro e i cibi molto zuccherini provocano un picco del glucosio nel sangue (glicemia) e dell'energia, che però crolla di nuovo molto rapidamente. Questo effetto montagne russe è un frequente fattore scatenante dell'emicrania e può provocare il mal di testa a chiunque.

Formaggio
Le prove scientifiche non sono ancora definitive: molti lamentano che il formaggio scatena gli attacchi di emicrania, e in effetti è ricco di tiramina, un aminoacido che secondo alcune ricerche potrebbe causare mal di testa riducendo i livelli di serotonina nel cervello e influenzando il tono dei vasi sanguigni. Altri studi però contraddicono l'ipotesi della tiramina. Comunque, l'elenco degli alimenti contenenti tiramina prevede vari altri cibi noti per la capacità di scatenare emicrania: carni lavorate, maiale, cacciagione, avocado, banane troppo mature, bevande alcoliche, cioccolato, frutta in guscio, semi e soia.

Additivi
Molti emicranici riferiscono di essere sensibili a vari additivi alimentari. Alcuni dei principali sospetti sono: glutammato monopodico (che intensifica i sapori), nitriti/nitrati (nelle carni conservate e lavorate), aspartame (un dolcificante artificiale), tartrazina/E102 (un colorante giallo) e solfiti (presenti negli alcolici, soprattutto nel vino).

Probabilmente puoi mangiare piccole quantità di un alimento a rischio: i guai cominciano solo se esageri. Ricordati anche che è possibile che un alimento scateni l'emicrania solo in combinazione con un altro fattore scatenante: per esempio, è possibile che tu riesca normalmente a bere vino senza problemi, a meno che non sia stanco o stressato, nel qual caso ti provoca emicrania.