Più snella con la pasta

Se devete buttare giù qualche chilo mangiate spaghetti! Anche un risotto può andar bene... Sembra strano eh? La paura di ingrassare ci fa rinunciare come prima cosa proprio ai cereali, ma è sbagliato.

I cereali sono ricchi di fibra, un elemento indispensabile per raggiungere quel senso di sazietà che ci fa pensare di aver mangiato a sufficienza. Il loro volume, infatti, fa sì che lo stomaco si riempia e che non sentiamo più lo stimolo della fame. La massa che preme sullo stomaco, inolte, lo distende provocando la secrezione di un ormone, la colecistochinina, che trasmette al cervello la sensazione di sazietà. La fame tornerà una volta che lo stomaco sarà di nuovo vuoto, ma per fortuna più un alimento è ricco di fibre e più a lungo tiene occupato lo stomaco.
Così, con una tazza di cereali a colazione si arriva tranquillamente fino all'ora di pranzo, così come piatto di pasta a mezzogiorno consente di arrivare a cena, con un gran risparmio di calorie e grassi.

La fibra contenuta sopratutto nei cereali ha anche la funzione fondamentale di regolarizzare il nostro intestino, aiutandoci per giunta ad espelleresostanze potenzialmente cancerogene. Questo spiega l'effetto protettivo di pane e pasta integrali nei confronti di particolari tipi di timori, come il cancro al colon. Chi soffre di stipsi, quindi, potrà dare preferenza ai cereali integrali, ancor più ricchi di fibra.

Le fibre contribuiscono inoltre ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Una ricerca ha dimostrato che chi consuma quotidianamente cereali, meglio se integrali, mele e legumi riduce del 30% il rischio di incorrere in cardiopatie coronariche.

Cereali: proprietà e ricette