Più giovani con I Cinque Tibetani

I Cinque Tibetani, già presentati nell’articolo I Cinque Tibetani alla conquista della giovinezza, non sono semplici esercizi, ma un vero e proprio rito da praticare con costanza ogni giorno, a prescindere dai momenti della giornata.

Se per questioni di lavoro o di pigrizia non riuscite proprio a trovare qualche minuto libero, non ci sono problemi: i Cinque possono essere spezzati e distribuiti durante tutto il giorno, per le esigenze di tutti.

In realtà questo è un problema che in pochi si pongono, perché per eseguire i Cinque Tibetani sono necessari solamente meno di 5 minuti per ogni esercizio che va ripetuto 3 volte. 15 minuti totali se si decide di eseguirli tutti insieme. Due volte a settimana potete aggiungere ad ogni esercizio 2 ripetizioni alle 3 solite quotidiane.
Per 15 minuti al giorno vale la pena tentare, no?

Iniziamo subito!

1 ESERCIZIO, LA RUOTA: tonifica le braccia, riattiva la circolazione e aiuta a prevenire le emicranie favorendo la chiarezza mentale.

Con le gambe leggermente divaricate, sollevate le braccia lateralmente e iniziate a ruotare in senso orario cercando di mantenere una posizione stabile. Per aiutarvi in questo potete fissare un punto fisso davanti a voi o la punta di una mano per avere un maggior equilibrio. Aumentate gradualmente la velocità delle rotazioni fino al punto di avvertire un leggero capogiro.
In questo caso per calmarlo potete fare pressione con i due pollici al centro della fronte.

2 ESERCIZIO, L’ANGOLO: oltre a tonificare i muscoli di collo, addome, gambe e braccia, L’Angolo ha un effetto benefico sulla ghiandola tiroidea, sui reni e sugli organi sessuali e del sistema digestivo. È ideale anche per la respirazione e la circolazione perché tonifica il diaframma e i muscoli cardiaci. 

Mettendovi in posizione supina, con i palmi delle mani rivolti a terra, solleviamo da terra il collo (fino a poggiare il mento sul petto) e contemporaneamente le gambe verso l’alto e poi verso la testa, cercando di non piegare le ginocchia. Ricordatevi di espirare quando si riportano, sempre insieme, gambe e collo a terra. Prima di ripetere l’esercizio è necessario rilassare tutti i muscoli.

3 ESERCIZIO, L’ARCO: anche il 3 esercizio, tonifica il diaframma, l’addome, è un valido aiuto per reni, tiroide e tutto il sistema digestivo, come anche utero e prostata. Per questo motivo è particolarmente utile a tutte le donne in menopausa o che soffrono di ciclo irregolare e difficile. L’Arco, inoltre, diffonde la sensazione di energia e vitalità.

La posizione di partenza è in ginocchio con le mani che afferrano l’apice delle cosce, i piedi con le dita ripiegate e ben poggiate a terra e la testa inclinata in avanti poggiata sul mento.
Inspirando inarcate la testa, le spalle e la schiena all’indietro ed espirate mentre tornate nella posizione di partenza. Un utile consiglio è di aprire la bocca durante l’inarcamento: questo favorisce una migliore respirazione e distensione dei muscoli anteriori del collo.

4 ESERCIZIO, IL PONTE: è ideale per tonificare gambe, braccia, addome e glutei. Scioglie le articolazioni di spalle, anche e ginocchia, andando a lavorare su tutti gli organi dell’apparato sessuale e il sistema digestivo. Ha un effetto benefico sui problemi di osteoporosi a gambe, braccia e bacino.

Partendo da una posizione seduta con i palmi delle mani poggiati a terra e le gambe allungate leggermente divaricate, piegate le ginocchia sollevando il bacino fin che potete. Inspirando rovesciate la testa indietro per poi tornare nella iniziale posizione.

5 ESERCIZIO, LA MONTAGNA: come tutti gli altri Cinque Tibetani, anche La Montagna rafforza molti muscoli (petto, braccia, gambe e schiena) e gli organi intestinali. Il quinto tibetano racchiude la forza e i benefici degli altri esercizi attivando tutti i chakra e completando un rito che come pochi mostra la sua efficacia.

Piedi a terra con le dita piegate (vedi esercizio 2), palmi che toccano terra rivolti in avanti, testa indietro e tutti gli altri arti che sfiorano il pavimento. Inspirando, si spingono i palmi a terra fino a sollevarsi con il bacino flettendo l’addome, per poi espirare mentre si torna nella posizione iniziale.
Sembrerà strano che questi semplici Cinque esercizi Tibetani possano agire su così tanti livelli fisici ma, come molti possono testimoniare, i benefici che si riescono ad ottenere sono miracolosi.

Non vi resta che provare per credere!