La Varietà di Frutta Autunnale

La Frutta Autunnale: scopriamo tutte le varietà e i valori nutrizionali


Frutta autunnale: frutti di stagione che non dovrebbero mai mancare dalla nostra tavola. Mangiare frutta e verdura è importante, ma sarebbe opportuno mangiarne di stagione. La frutta di stagione contiene sostanze protettive e composti che rendono migliori anche odore e sapore.

Quali sono i frutti della stagione autunnale? E quali sono i loro vantaggi per il nostro l’organismo?

Frutta autunnale: le mele




Vi sono delle evidenze che mostrano quanto le mele siano in grado di ridurre il rischio di alcune malattie e disturbi.
Le mele sono ricche in flavonodi, che hanno effetti antinfiammatori e antiossidanti. Inoltre le mele contengono circa l’85% di acqua, il 10% di zucchero e fibre, vitamine e potassio. Insomma tante fibre e poche calorie. Nel periodo autunnale abbiamo diversi generi di mele che indichiamo con i nomi “gala”, “red delicious”, “golden delicious”, “granny smith”.

Frutta autunnale: le pere




Hanno anche esse proprietà salutari, inoltre contengono l’85% di acqua, il 9% di zuccheri, fibre, potassio, vitamine, flavonoidi. In autunno abbiamo pere “william”, “decana”, “abate” e “kaiser”. Sarebbe consigliate lasciar maturare le pere a temperatura ambiente e poi conservarle in frigorifero fino al momento del consumo.

Frutta autunnale: i fichi




Le varietà di fichi sono numerose e spesso conosciute solo a livello locale. Il contenuto dei fichi li rende anche frutti salutari. I fichi contengono potassio, calcio, fibre, anticianine antiossidanti e la buccia avrebbe anche funzioni digestive per presenza di enzimi digestivi. Dobbiamo distinguere fra i fichi fioroni” che raccogliamo in primavera-estate e che maturano in tarda estate e i “tardivi”, che si raccolgono in ottobre. I fichi si conservano difficilmente, per questo andrebbero tenuti in frigo. Da consumare nel giorno stesso dell'acquisto oppure preparando delle ricette che permettono di conservarli più a lungo, come la confettura di fichi.

Frutta autunnale: l'uva




Grazie alle sue componenti antiossidanti, l’uva ha come gli altri frutti delle ottime proprietà che prevengono malattie varie. Anche i semi dell'uva hanno rivelato di avere proprietà benefiche.
L’uva contiene l’80% di acqua ed è ricca di zuccheri. Inoltre contiene vitamina B e C, ma anche potassio e fibre. L’uva si divide in bianca e rossa, al momento dell'acquisto deve presentarsi "piena" e ben attaccata al graoppolo. Una volta matura va conservata in frigorifero e lavata molto bene prima di essere consumata.

Frutta autunnale: le castagne




La castagna come siamo abituati a conoscerla e a gustarla è in realtà un seme. Il frutto vero e proprio infatti è il riccio. Ricchissima di proprietà benefiche per la salute, la castagna è inoltre molto utilizzata anche in cosmesi. Ricche di carboidrati, vitamine e sali minerali,le castagne sono particolarmente utili in caso di anemia, stanchezza, stitichezza ed esaurimento fisico e psichico. Il loro dolce sapore, da cui siamo tutti piacevolmente attratti, viene avvertito soltanto con la cottura che trasforma gli amidi in zuccheri.

Frutta autunnale: le arance e i mandarini




Questi agrumi contengono alti livelli di vitamina C, sostanza antiossidante che in questa stagione aiuta rinforzandolo il sistema immunitario. La vitamina C si mantiene efficace nel suo potere se preservata dall'effetto dell'eccessivo calore, dalla luce, dal troppo lavaggio. Gli agrumi contengono anche molta quantità di fibre alimentari contenute nell’involucro degli spicchi, e che hanno la proprietà di stimolare la funzionalità intestinale e di farci sentire più sazi.

L'autunno è anche la stagione in cui compaiono melograni, fichi d'India, cachi, nespole e altri maturati nella stagione estiva.

Frutta autunnale: la melagrana




I frutti sono gustosi, ma si conservano bene solo se colti maturi, quando la buccia è di colore giallo ocra e l'arillo di colore rosso intenso. Il succo è caratterizzato da una discreta quantità di zuccheri (circa il 18%), ma da un basso contenuto di vitamine e sali minerali.

Frutta autunnale: il fico d'India




Il frutto è originario dell'America tropicale e sub tropicale. È stato introdotto in Sicilia secoli fa per essere utilizzato come frangivento e per l'alimentazione del bestiame e dell'uomo. Vi sono tre varietà di fico d'India: gialla (o sulfarina, la più diffusa), bianca (o muscaredda) e rossa (sanguigna), oltre a tipi intermedi.

Frutta autunnale: il caco




 

Ha un sapore particolarissimo. È anche conosciuto come loto del Giappone. Può essere gustoso ma anche allappante, questa differenza dipende dal raccolto e dall'ambiente in cui è maturato, oltre che dalla varietà.

La varietà senza semi è buona quando la polpa diventa molle dopo un periodo di maturazione (che può avvenire sia sulla pianta sia in al chiuso. I cachi mela hanno i semi e si possono mangiare anche quando sono ancora duri. Un'altra specie è quella dei cachi 'quadrati' o 'dolci', che hanno una forma appiattita e squadrata, la polpa molto gustosa.