La Spesa di Novembre

La Spesa di Novembre

Ad ogni mese il suo frutto: è un modo questo di mangiare in salute, ma anche economico in quanto consente di risparmiare sulla spesa quotidiana.

La lista dei prodotti di stagione di Novembre  non si discosta molto da quella presenta nella spesa di ottobre: perde qualche pezzo per strada ma guadagna alcune new entry di sicuro interesse, sia per la loro bontà che per le indubbie qualità nutrizionali.

Spesa di Novembre: le Verdure

(descrizione)

L'autunno offre molte verdure con grandi proprietà antiossidanti, verdure a foglia verde, che racchiudono sostanze che combattono i radicali liberi.

Questo mese sui banchi colorati del mercato possiamo scovare, ma non ancora per molto (fino alla fine del mese), il finocchio, le carote, le bietole da coste, la cicoria(depurativa), la cicoria belga, la catalogna, il sedano.

Rispetto ad ottobre, troviamo adesso un ortaggio importante come il carciofo (ricco di magnesio, fosforo e potassio). Inoltre patate dolci e rape, tartufi e topinambur, il sedano rapa, il cavolfiore, il porro, i cavolini di Bruxelles, i broccoli (dispensatori di carboidrati, sodio e potassio), il cavolo cappuccio, il cavolo verza, il cavolo rosso (buono con aceto balsamico e mele renette) e i cardi (deliziosi in tegame con poco pomodoro e un uovo sbattuto sopra).

Spesa di Novembre: la Frutta

(descrizione)

Ecco i melograni, le clementine, l'uva di diversi vitigni, le mele e le pere, i dolcissimi cachi (o kaki) e poi castagnenoci e nocciole, importanti contro i radicali liberi, per aumentare il colesterolo buono e anche per i nostri dolci.

(descrizione)

Inoltre possiamo trovare arance, mandarancimandarini, ma meglio evitarli per ora, siamo all'inizio per cui oltre al prezzo alto, forse anche il sapore non è ottimo. Aspettiamo fino a dicembre/gennaio!

(descrizione)

Preparatevi a fare scorta di arance e spremute per tutti, vi aiuteranno a evitare/superare i malanni. Evitate però gli agrumi con la buccia lucida, si tratta di una lucidatura fatta con cera per rendere i frutti più belli, non ci cascate.

(descrizione)

La new entry più importante del mese nel reparto frutta è il kiwi ma al di là del nome non preoccupatevi della sua provenienza perché, a dispetto dell’origine esotica (è cinese ma perfezionato nelle varietà dai neozelandesi che ne hanno fatto il loro frutto simbolo) il maggiore produttore a livello mondiale di questo frutto è proprio l’Italia.

E ora che sapete come muovervi fra i banchi del mercato... buona spesa!