La dieta dell'Acquario

Tra le molte diete originali di cui sentiamo spesso parlare, non possiamo ignorare la dieta dell’Acquario. In modo particolare in questi giorni, in cui il sole è entrato nel segno dell’Acquario. Spesso accade che, associando una specifica alimentazione al proprio segno zodiacale, si riesce non solo a perdere peso, ma anche a migliorare la salute. Qual è, allora, la dieta consigliata ai nati sotto il segno dell’Acquario?

Innanzitutto chi è nato in febbraio appartiene alla categoria dei golosi, che non riescono quasi mai a resistere alla tentazione dei dolci; in particolare quando si parla di cioccolato. Come se non bastasse, essendo la maggior parte degli Acquario dei pigroni, non fanno molta attività fisica; preferiscono, piuttosto, restare a letto a coccolarsi sotto le lenzuola e magari davanti a un vecchio film.

Gli Acquario, di solito, sono sani e forti di corporatura e tendono a essere particolarmente attivi a livello mentale più di quanto non lo siano fisicamente. Proprio per questo hanno la tendenza a mettere su peso se non stanno attenti all’alimentazione. I loro punti deboli sono la circolazione, un indurimento delle arterie, anemia e tendono a soffrire anche di pressione bassa.

Senza contare, poi, che i nati in Acquario sono persone che tendono ad immergersi in progetti e attività creative; questo comporta un’alimentazione quotidiana discontinua e scorretta, che contribuisce ad un aumento di peso.

È per questo che le persone Acquario hanno bisogno di una dieta sana ed equilibrata per fare fronte a questi problemi ma anche per mantenere il peso ideale.

Una delle difficoltà degli Acquario è l’assorbimento del sale da parte dell’organismo, contribuendo ad accentuare i problemi di cui tende a soffrire.

Il modo migliore per aiutare il nostro corpo ad assimilare il sale è consumare alimenti detox o disintossicanti come pesce (aragosta, tonno, ostriche), spinaci, ravanelli, sedano, noci, cavolo, lattuga, mais, zucca, lenticchie, mandorle, noci, mele, pesche, pere, limoni, uva, arance e ananas per il colesterolo. Cercate, poi, di assumere in modo costante vitamina C ed E, che aiuta nella fragilità capillare.

L’Acquario dovrebbe seguire una dieta che limiti i cibi grassi, preferendo quelli ricchi di proteine, come frutta e verdura fresca. Da inserire nella dieta ci sono anche: pollo, barbabietole, broccoli, carote, peperoni, pomodori, fragole, ananas, melograni, fichi, datteri, riso integrale, frumento integrale, yogurt e formaggi naturali.

Una dieta che non prevede uno schema alimentare prestabilito è senz’altro una soluzione per tutte le persone Acquario che, di solito, proprio per il loro estremo bisogno di libertà, non riescono a seguire con costanza. In questo modo, ogni buon Acquario potrà gestire la sua alimentazione quotidiana nel modo migliore ma, soprattutto, senza quella soffocante idea di “dieta obbligata”.