Il topinambur

Avete presente quegli altissimi fiori gialli che in autunno si incontrano lungo le strade? Sono i fiori del topinambur, noto anche come patata del canada, tartufo di canna o ancora carciofo del Canada. Spesso viene confuso con il girasole, ma in realtà ha una forma simile alla patata e un sapore che ricorda il carciofo.

Il topinambur è una pianta erbacea, che resiste molto bene al freddo, originaria delle praterie occidentali del Nord America e Canada, dove cresce spontaneo. Questo frutto dalla buccia rossastra e dalla polpa bianca è arrivato in Europa con la scoperta dell'America, ma a tutt'oggi, non è ancora molto noto.

Le proprietà del topinambur


Grazie al suo altissimo contenuto di inulina, una particolare fibra altamente solubile, il topinambur è il migliore alleato alimentare dei diabetici. Favorisce la secrezione lattea e contrasta la ritenzione idrica.

Contiene le vitamine del gruppo B e grazie al contenuto della fibra solubile, le pochissime calorie, sono ancora meno assorbite dall'organismo. Per cui, se consumato senza condimenti pesanti è ideale nelle diete dimagranti.

I piccoli fiori della pianta molto simili a margherite, possono essere usati come insetticida naturale, perchè hanno un profumo molto sgradito dagli insetti.

Il topinambur per la cura della pelle


Per nutrire la pelle del corpo grattuggiare la polpa cruda di topinambur, mescolarla con olio di oliva, mandorle oppure olio di jojoba per ottenere un peeling delicato e contemporaneamente nutriente.
Per ottenere invece un impacco elasticizzante per la pelle del corpo lessate ed impastate la polpa di topinambur con olio di oliva: applicare l'impasto sulla pelle con movimenti delicati e lasciare in posa per mezz'ora prima di sciaquare.

Dove acquistare il topinambur


E' possibile acquistare il topinambur fresco presso i più riforniti rivenditori ortofrutticoli. La farina di topinambur invece possiamo reperirla presso le erboristerie e i negozi di alimentari che vendono prodotti naturali o macrobiotici.

Il topinambur in cucina


In cucina viene usato come le patate e può essere mangiato anche crudo per aggiungere una nota croccante alle insalate. A differenza delle patate, non contiene amido ma inulina che quando viene digerita non produce glucosio e quindi può essere mangiata dalle persone con il diabete.

Come cucinare i topinambur? Innanzitutto vanno lavati sotto l'acqua corrente, sbucciati e consumati crudi tagliati a fettine sottilissime, condendoli semplicemente con olio e pepe. In alternativa, possiamo consumarli dopo averli lessati o cotti al vapore, e in tutte le preparazioni classiche delle patate. I topinambur possono essere infatti cucinate con le identiche modalità con cui si preparano le patate.

Scoprite su Alice le altre ricette con il topinambur.