Il massaggio antipancia all'albicocca e zenzero

Novità dal mondo del benessere: un trattamento completo che elimina quegli inestetismi che compromettono l'armonia della figura, come la pancetta e la cellulite, tanto odiati dalle donne quanto dagli uomini.

Parliamo in particolare del massaggio addominale all'albicocca e zenzero. Pensato per drenare, sgonfiare, stimolare lo smaltimento dei cuscinetti adiposi, il massaggio ha un sicuro effetto "pancia piatta", visibile già dopo 1 sola seduta.

Albicocca per un'azione rigenerante
L'albicocca, che per questo tipo di massaggio viene polverizzata (compresa la buccia) è la componente principale del fluido esfoliante, è ricchissima di vitamine indispensabili alla cute, in particolare la C e la A. Grazie alle sue proprietà nutrienti e antirughe, ammorbidisce la pelle, la rigenera e le dona un colorito naturale. Delle albicocche vengono usati anche i noccioli, finemente tritati, che costituiscono la parte abrasiva dell'esfoliante.

Zenzero per un'azione snellente
La radice di zenzero, da cui si ricava un olio essenziale che viene aggiunto all'olio usato per il massaggio dell'addome, ha proprietà antisettiche ma soprattutto stimola la circolazione, riscalda e ha quindi un effetto drenante e lipotidico. La sua azione è integrata da quella degli estratti di thè verde, aggiunti anch'essi all'olio da massaggio.

Sono del tutto naturali anche gli impacchi applicati sull'addome nell'ultima fase del trattamento, per un'azione snellente e detossinante. Per le pelli più robuste si usa il fango arricchito con sali del Mar Morto che nutrono la pelle e la liberano dai liquidi in eccesso. Per le pelli più delicate si utilizza invece uno speciale fango bianco rassodante, creato con argilla bianca mescolata alla farina di riso e alla farina di semi di lino, dalle proprietà nutrienti e calmanti

Pancia piatta in 3 fasi
Il trattamento "antipancia" inizia con l'esfoliazione su tutto il corpo.
Segue un massaggio rilassante, che parte dai piedi e sale sulla schiena. Qui ci si sofferma soprattutto sulla parte cervicale e su quella lombare, dove è più facile che la muscolatura si contrae per effetto dello stress e delle posture sbilanciate. Sciolte le tensioni, allungati i muscoli ecco che il corpo si rilassa completamente. Raggiunta questa fase di relax, ci si sposta sull'addome con l'applicazione dell'olio e con "manualità di scarico" per liberare i tessuti dai liquidi in eccesso e favorirne il deflusso verso le stazioni linfatiche inguinali.
Il successivo massaggio, conseguito con movimenti rotatori scivolati, comincia intorno all'ombelico per poi allargarsi a includere tutta la zona del ventre. Questa fase serve ad allentare le tensioni, ridurre i gonfiori e a favorire la lipolisi.
La parte conclusiva prevede l'applicazione sull'addome di un fango, scelto secondo le esigenze individuali, e l'impacco viene lasciato in posa per 20 minuti.

Questo tipo di massaggio viene fatto nei centri benessere e nelle beauty farm da estetisti che abbiano seguito una formazione specifica. Il numero delle sedute varia a seconda delle necessità individuali ed il costo di ogni singolo massaggio è di circa 60 euro

Leggi anche:

- Ritenzione idrica da drenare

- Il massaggio fai da te scaccia stress

- Via la cellulite con l'automassaggio

- Aiuto, cellulite in gravidanza: cosa fare?