I 9 cibi dietetici che stimolano l'appetito

Per mettersi a dieta non basta fare scorta di cereali, yogurt e insalate varie. Non pensate, infatti, che mangiando quegli alimenti comunemente considerati “dietetici” si riesca a perdere peso. In realtà alcuni cibi dietetici possono aumentare l’appetito, mettendo a rischio tutti i nostri propositi dietetici.

A confermarlo è stata Marjorie Nolan, portavoce dell’American Dietetic Association, portando come esempio 9 alimenti comunemente considerati dietetici che, nonostante contengano pochi grassi, sono pericolosi perché oltre a stimolare l’appetito possono contenere molte calorie.

1. Yogurt light
L’aroma dolce dello yogurt (spesso artificiale) porta lo stomaco a produrre succhi gastrici risvegliando l’appetito. Nolan preferisce mangiare uno yogurt greco con pochi grassi, cremoso e allo stesso tempo ad alto contenuto proteico. Aggiungete poi frutta e una spolverata di cannella per dare un sapore più gradevole e meno aspro. Potreste anche aggiungere un cucchiaio di semi di girasole o noci: i grassi contenuti nelle noci e nei semi sono più difficili da digerire e per questo avvertiamo una sensazione di maggior sazietà.

2. Cereali soffiati con latte scremato
Una tazza di latte con cereali soffiati ha troppe poche calorie per darvi la giusta energia. Molti dietisti consigliano di mangiarli perché danno un senso di pienezza e hanno poche calorie. Ma questo non basta. Nolan consiglia di cucinare una tazza di latte con farina di avena e burro di arachidi. Una colazione ricca di fibre che allontana il senso di fame.

3. Insalata verde con un condimento a basso contenuto di grassi
Certamente l’insalata con poco condimento è un alimento ricco di fibre e in un primo momento riesce a placare l’appetito. Ma per quanto tempo? Per questo è preferibile aggiungere delle proteine, come ad esempio pollo, carne magra di manzo o fagioli.

4. Gallette di riso
Neanche le tanto dietetiche gallette di riso sono adatte per essere consumate assolute. Questo spuntino, infatti, è in grado di tenere a freno la fame solamente per poco tempo, contenendo poche fibre e un alto indice glicemico. Meglio se mangiate la gallette con un cucchiaino di burro d’arachidi o di crema di formaggio.

5. Chewing gum
Si possono sostituire gli spuntini con un semplice chewing gum? Nolan non sembra essere d’accordo spiegando come, masticare chewing gum stimola la produzione di succhi gastrici preparando l’organismo ad un pasto. Se volete saltare lo spuntino o avete solo voglia di mettere sgranocchiare qualcosa, provate a mangiare delle verdure crude come ad esempio le carote: sane, poco caloriche e senza grassi.

6. La soda
Come nel caso del chewing gum, anche la soda risveglia il processo digestivo stimolando l’appetito. La caffeina e gli zuccheri contenuti nella soda permettono di controllare l’appetito solo per un tempo molto ristretto. Uno studio portato avanti dalla University of Texas Health Center, ha  rilevato come le persone che consumano regolarmente soda, hanno avuto un incremento del 70-500% di grasso addominale in dieci anni, a differenza di chi invece non ne ha mai bevuta. Come sostituire la soda? Nolan consiglia una tisana o una tazza di tè deteinato.

7. La mela
La mela è un frutto ricco di vitamine e fibre, ma una sola mela non è sufficiente per il vostro spuntino. Se mangiata nel pomeriggio, infatti, potrebbe portarvi ad avere più fame a cena. Meglio arricchire il vostro spuntino con 5-10 mandorle o un pezzetto di formaggio.

8. Primi piatti congelati a basso contenuto calorico
I surgelati dietetici possono facilmente trarre in inganno gli amanti delle diete. Questi piatti, infatti, contengono poche fibre e solo la metà delle calorie di cui si ha bisogno. Se proprio non riuscite a trovare il tempo per cucinare, scegliete dei surgelati che contengono dalle 400 alle 500 calorie, 20-30 grammi di proteine, 5 grammi di grassi e tra i 5-10 grammi di fibre. Nolan suggerisce pollo arrosto di rosticceria, una fetta di pane integrale, qualche verdura e metà frutto, così da portare in tavola una cena rapida ma soprattutto sana ed equilibrata.

9. Cracker o alimenti senza grassi
Marjorie Nolan dichiara che le persone impegnate in una dieta tendono automaticamente a comprare tutti quei prodotti sulla cui confezione c’è scritto “senza grassi” o “povero di grassi”, pensando che sia la scelta migliore per il loro peso forma. In realtà non è così, perché spesso gli alimenti privi di grassi sono ricchi di zuccheri. Leggendo bene l’etichetta sul retro, infatti, spesso possiamo scoprire che i cibi dietetici contengono più calorie di quante in realtà dovremmo assumerne. Meglio optare per un quadratino di cioccolata, che fornisce la giusta quantità di calorie regalando anche un senso di soddisfazione e appagamento.