Dieta: scopri i 20 trucchi salvalinea

Sei a dieta eppure non riesci a perdere peso come dovresti? Sei proprio sicura di stare seguendo tutto alla lettera? A volte ci si lascia prendere la mano e si pensa di poter apportare delle piccole modifiche senza per questo compromettere il risultato finale. Ma non è così, e spesso i risultati lo dimostrano.
Ecco un vademecum completo di consigli salvalinea che possono darti una mano a evitare sgarri pericolosi... ma anche tante piccole astuzie spicologiche e pratiche per avvicinarti più in fretta allo scopo.

1) Non saltare mai la colazione, pensando così di risparmiare calorie. In realtà, eliminando il primo pasto della giornata sarà più facile avvertire i morsi della fame a metà mattina e cadere quindiin eccessi al momento del pranzo.

2 ) Se durante la dieta ti assale un desiderio di dolce, concediti una piccola fetta di torta di mele o crostata di frutta, oppure due palline di gelato alla frutta o un creme caramel con latte scremato. Tieniti invece alla larga da dessert come crème o cioccolato. Per recuperare lecalorie, abolisci il pane durante la giornata.

3) Porta sempre con te una bottiglietta d'acqua: serve a smorzare gli attacchi di fame nervosa e ti aiuta a depurarti da scorie e tossine e a combattere la ritenzione idrica.

4) Se a tavola non sai trattenerti, prepara un'insalata con pezzetti di sedano, carote, finocchi, ravanelli, cetrioli, peperoni, pomodori. Una porzione da 100 g di questo mix di verdure contiene 25 Kcal. In più, la consistenza degli ortaggi ti costringerà a masticare a lungo, dandoti così un rapido senso di sazietà.

5) La pasta ideale per la dieta? Gli spaghetti. Perché la loro forma lunga e sottile non trattiene gli intingoli. farfalle, conchigli e fusilli, invece, si riempiono parecchio di sugo e quindi di grassi. Ovviamente andrebbe evitato di fare la scarpetta con il fondo del piatto!

6) Olio e burro non sono gli unici condimenti possibili. Per insaporire l'insalata puoi preparare ottime salsine con le erbe aromatiche o con latte magro e un pizzico di paprika, oppure una crema di yogurt con salsa di soia e capperi tritati. Forniscono solo 6 Kcal a cucchiaino e sostituiscono in modo gradevole le 65 di un analogo quantitativo di maionese.
Invece, per cucinare in padella fagiolini, piselli e altre verdure, usa al posto del burro un goccio di panna liquida: il primo contiene 750 Kcal ogni 100 grammi, la seconda 300. E ne occorre molta meno!

7) Tieni sempre in casa un barattolo di sottaceti: ti servirà in mille occasioni, ad esempio per sostituire le verdure sott'olio che contengono un centinaio di calorie in più a porzione. Inoltre sono ottimi per insaporire le carni lessate, che altrimenti andrebbero condite con olio o altre salse. Sono anche un prezioso alleato quando ti colgie un improvviso desiderio di dolci: il sapore acidulo ti toglierà la voglia di zuccheri.

8) Una frittata leggera? Si prepara con un tuorlo e due albumi. In questo modo risparmierai circa 48 Kcal, perché il rosso è molto più calorico del bianco. La cottura,però, va fatta usando una padella dal fondo antiaderente, che consente di eliminare completamente i condimenti.

9) Il formaggio cucinato sulla piastra sazia di più di quello consumato al naturale. Approfittane per dimezzare le porzioni. Per cucinare vanno bene le scamorze fresche, che danno solo 210 Kcal l'etto.

10) Preferisci pane, pasta e riso in versione integrale: sono ricchi di fibre, che stimolano l'attività intestinale e che anticipano il senso di sazietà.

11) Se ti piace il vino, bevine pure due bicchieri al giorno, suddivisi tra pranzo e cena, ma versalo nel flute dello spumante: ha il vantaggio di contenere meno liquido.

12) Se sei indecisa tra riso e pasta, scegli a colpo sicuro il primo: le calorie sono più o meno le stesse, ma il riso assorbe più acqua durante la cottura e aumenta di parecchio il suo volume. Così, per ottenere uan buona porzione, ne basta meno.

13) Se hai il morale a terra e hai bisogno di una gratificazione "golosa", cerca almeno di sgarrare al mattino. Nelle prime ore della giornata l'organismo produce molta più insulina (l'ormone che partecipa al metabolismo degli zuccheri) rispetto al pomeriggio e alla sera. È quindi più facile smaltire senza conseguenze il peccato di gola.

14) L'aperitivo è per te un appuntamento irrinunciabile? Evita i cocktail alcolici che possono arrivare alle stesse calorie di un piatto di pasta e preferisci invece drink analcolici e leggeri, come il succo di pomodoro. In alternativa, ok anche a flute di spumante, che apporta solo 60 Kcal circa.

15) Ti sei appena messa a dieta: i primi giorni risenti parecchio della restrizione a tavola e ti alzi da tavola sempre affamata? Ricordati che alcuni alimenti possiedono un indice di sazietà superiore ad altri ed è su questi che puoi puntare per superare l'ostacolo e sono: merluzzo, patate lesse, fiocchi d'avena, mele, pasta, uova in camicia.

16) Se hai già provato tante volte a dimagrire ma hai sempre fallito, prova a cercare un'amica che abbia la stessa intenzione di perdere peso. È il modo migliore per non farti prendere dallo sconforto se i risultati tarderanno ad arrivare.

17) Per ingannare l'occhio e non sentirti vittima della dieta, usa piatti grandi per mangiare le verdure e piatti piccoli per primi e secondi. E, seper caso rimangono avanzi in pentole e padelle, "nascondili" immediatamente nel frigorifero.

18) Tieni un diario su cui annotare giorno dopo giorno che cosa hai mangiato e tutte le tentazioni a cui hai saputo resistere. Tienilo sempre sott'occhio e consultalo quando ti viene voglia di sgarrare... Ti sarà più facile pensare "se ho resistito una volta posso farlo di nuovo".

19) Mastica ogni boccone almeno 20 volte prima di mandarlo giù. oltre a favorire la digestione, si prolunga il tempo che si passa in tavola con l'illusione di mangiare di più.

20) Ricorda che mettersi a dieta non significa rinunciare al piacere della tavola: perciò apparecchia sempre con tovaglie allegre e molto colorate e decora i piatti con ciuffetti di erbe aromatiche oppure con fettine di arancia o limone, o con verdure crude.