Dieta: a che ora mangiare i carboidrati?

Chiunque tenti il primo approccio ad una qualsiasi dieta pensa che mangiare i carboidrati sia lo sbaglio più grande che si possa fare. Sbagliato. Una dieta corretta ed equilibrata prevede tutti i principali gruppi alimentari di proteine, grassi e carboidrati. Qualsiasi medico nutrizionista potrà confermarvi che una dieta sana è costituita da ogni tipo di sostanza nutritiva, anche dei grassi.



L'errore in cui spesso si incappa è quello di mangiare carboidrati in un  momento sbagliato della giornata. A confermare questa teoria è anche il dottor James Rouse, autore del libro Think, Eat, Sposta, Thrive:

Il momento migliore della giornata per consumare carboidrati è quando i livelli di insulina sono alti. I carboidrati vengono ripartiti e convertiti in glucosio (zucchero nel sangue) nel nostro corpo. La sensibilità all'insulina è legata al modo in cui il corpo gestisce il glucosio. Si ha una maggiore sensibilità all'insulina quando ne è necessaria di meno per gestire il glucosio in arrivo; mentre si indica come insulino-resistente un corpo che ha bisogno di più insulina per elaborare la giusta quantità di glucosio.

Più in generale, le funzioni del corpo rispondono meglio ai carboidrati in un momento della giornata in cui siamo più preparati a gestirli. Questo accade, di solito, durante la mattinata o dopo un allenamento.



Naturalmente mangiare carboidrati in queste ore del giorno non autorizza a consumarne in quantità eccessive o lasciarsi andare ai "peccati di gola". Non solo la tempistica ma anche qualità e la tipologia dei carboidrati è molto importante in una dieta, sostiene il dottor Rouse. Ad esempio, se si mangiano delle ciambelle dopo un allenamento di fitness non è sicuramente una mossa migliore del mangiare broccoli, cavoli o quinoa durante la cena. La tipologia di carboidrati può variare di molto l'esito di una dieta, avendo un forte impatto anche sulle prestazioni fisiche e mentali.



Per chi vuole seguire una dieta sana ed equilibrata, consigliamo carboidrati dal carico calorico basso, come ad esempio: verdure a foglia verde, patate dolci, legumi e piccole porzioni di cereali integrali come riso, amaranto, quinoa, teff e grano biologico intero.

Se, poi, proprio non riuscite a resistere alle tentazioni cercate di concentrarle nelle ore del mattino o dopo un tonificante allenamento di fitness.

Leggi anche


Dieta chetogenica

Dieta veloce: consigli per perdere peso

Come bruciare i grassi velocemente