Come combattere la fame nervosa

Combattere la fame nervosa per moltissimi può rappresentare un vero atto di forza, per non dire una fatica e un impiego di volontà notevole. La fame nervosa, infatti, è un problema da non sottovalutare, in particolare nei soggetti predisposti ad un facile aumento di peso. Senza neanche rendersene conto, può capitare di ritrovarsi a divorare esagerate quantità di cibo senza che il nostro corpo ne abbia bisogno.

Inoltre gli effetti della fame nervosa non tardano ad arrivare, oltre sulla forma fisica anche sull'autostima e sull'umore. Il problema della fame nervosa è di natura emotiva, senza essere legato al fattore "gola". Nella gran parte dei casi, non importa cosa si mangia: le persone si preoccupano soltanto di appagare le loro mancanze con il cibo e l'atto del mangiare in sé.

Combattere la fame nervosa: da cosa nasce


Le motivazioni della fame nervosa sono diverse e legate, per lo più, a ragioni di natura psicologica. Si mangia per sfuggire alla realtà, concentrandosi su sensazioni fisiche piuttosto che sui problemi. Ma, a volte, subentrano anche motivazioni biologiche. Molti alimenti, in particolare i carboidrati, sono antidepressivi naturali, in grado aumentare i livelli di serotonina e dopamina, neurotrasmettitori capaci di donare una sensazione di piacere.

Combattere la fame nervosa: giocate con il tempo


Non appena avvertite i morsi della fame, cercate di non correre subito in cucina e aspettate una decina di minuti. Può sembrare impossibile ma gli esperti sostengono che lasciar trascorrere 10 minuti da quando avvertite il senso di fame sono sufficienti per annullare anche gli attacchi più feroci.

Combattere la fame nervosa: cercate un sostituto


Quando avvertite il senso di fame, quello che il vostro corpo sta realmente cercando non è il cibo ma un conforto emotivo. Ciò significa che per combattere la fame nervosa basterà trovare una distrazione che vi tenga lontani dal mangiare. Provate a cercare qualcosa che vi dia gioia e piacere nell'immediato, come ad esempio ascoltare musica, fare un bagno caldo, un massaggio, una passeggiata o leggere un libro. Scambiando una piacevole attività per il mangiare compulsivo, si garantisce all'organismo un buon ed equilibrato livello di endorfine che aiutano a sentirsi appagati.

Combattere la fame nervosa: negoziate


Se nell'arco della giornata arriva un momento in cui la fame nervosa è davvero schiacciante, cedete alla tentazione. Ma cercate snack sani e leggeri che non saboteranno la vostra dieta ed autostima. Gli snack light sono un passo avanti per arrivare più vicini all'obiettivo finale di combattere definitivamente la fame nervosa.

Prendete il controllo della situazione e lavorate, passo passo, su come combattere e prevenire la fame nervosa. Iniziate a dare il giusto peso e supporto psicologico a dei disagi o bisogni che avete spesso sottovalutato; imparate a gestire lo stress senza ricorrere al cibo e cercate di riempire la vostra vita con soddisfazioni ed attività nuove.
Vedrete, la fame nervosa sarà solo un brutto ricordo.