Chirurgia plastica: gli interventi in Italia

La chirurgia plastica sembra che stia diventando in Italia una vera e propria moda seguita da moltissime donne (e non solo).


Sulla base di quanto emerge da ricerche condotte in 25 nazioni dall'International Society of Aesthetic Plastic Surgery (ISAPS), l’Italia si classifica tra i primi posti dei Paesi con i maggiori interventi chirurgici.

Più precisamente l’Italia si colloca al sesto posto nella classifica mondiale degli interventi di chirurgia plastica, sia a proposito di interventi praticati sia come numero di professionisti.

I dati a riguardo emergono dalla Global study of aesthetic/cosmetic surgery procedures performed in 2011, un’indagine approfondita portata avanti dall’ISAPS.

Il segretario dell’ISAPS, Gianluca Campiglio, ha dichiarato: Tra i dati più interessanti dell'indagine 2011 condotta dall'ISAPS c'è il ruolo dell'Italia, che si conferma e si consolida come Paese chiave nel settore della chirurgia plastica. Nel nostro Paese si opera soprattutto per aumentare del seno. Nella medicina estetica, invece, a differenza di quanto avviene nel resto del mondo, si registra ancora una certa resistenza nei confronti della tossina botulinica, a causa spesso di informazioni non sempre scientificamente corrette. Ai pazienti italiani piace di più l'acido ialuronico e si sta diffondendo molto anche il lipofilling, ossia il trapianto di grasso autologo.

Quali sono gli interventi di chirurgia plastica più praticati al mondo?


L'intervento di chirurgia plastica più diffuso è la liposuzione (19.9% di tutte le procedure chirurgiche), seguito dall'aumento del seno (18.9%) e dalla blefaroplastica, il ringiovanimento dello sguardo (11%). Per quanto riguarda la medicina estetica, l'iniezione di tossina botulinica primeggia ovunque, imponendosi con il 38.1% degli interventi. È seguita da acido ialuronico (23.2%) e rimozione dei peli superflui (10.9%).

Quali sono i Paesi in cui si eseguono più interventi di chirurgia plastica?


In testa ai Paesi con più interventi di chirurgia plastica ci sono gli Stati Uniti, seguiti da Brasile, Cina, Giappone e Italia. L'Italia, in particolare, è quarta al mondo per numero di interventi di mastoplastica additiva (aumento del seno), con il 5.1% degli interventi, e blefaroplastica, ossia il ringiovanimento dello sguardo, con il 5.9%. Per quanto riguarda la medicina estetica, agli italiani piace soprattutto l'acido ialuronico (quarto posto mondiale, con il 6.4% delle iniezioni) e il lipofilling, ossia l'iniezione del proprio grasso (quinto posto, 5.3%).

L'Asia si conferma il continente in cui si eseguono il maggior numero di interventi da parte di chirurghi plastici. «I paesi asiatici detengono, in particolare, il record di rinoplastiche, osserva Campiglio. Tra i cinque Paesi in cui è più praticato svetta la Cina, con il 10.8%, che quest'anno ha tolto il primato al Brasile, solo terzo dopo il Giappone e seguito da Stati Uniti e dalla Corea del Sud».