A dieta in cucina: 5 consigli per dimagrire

Uno dei sogni di chi segue una dieta è riuscire a dimagrire senza essere costretti a fuggire dalla propria cucina. Beh, si sa, dieta e cucina non sempre sono un binomio vincente, ma questi 5 semplici consigli vi aiuteranno nei vostri obiettivi dietetici e vedrete, dimagrire tra i fornelli della cucina sarà un gioco da ragazzi.

Scopriamo quali sono.

Tenete sempre in ordine la cucina
È idea comune di molti sociologi che una cucina in ordine e pulita, sprona le persone a cucinare in un certo modo e a mangiare meglio. A quanto pare troviamo uno stimolo maggiore a cucinare piatti sani e da veri gourmet se, in cucina, abbiamo a disposizione degli spazi puliti e ben ordinati. Cercate di considerare la vostra cucina come luogo in cui conservare e cucinare gli alimenti e non solo uno spazio dove tenere prodotti alimentari già pronti e magari ricchi di calorie.

Stabilite il “divieto tv”
Sempre più persone preferiscono consumare i loro pasti davanti allo schermo della tv o di un computer. Così facendo si rischia di perdere il controllo non solo di ciò che si mangia, ma anche di quanto si mangia. Una ricerca pubblicata sul British Journal of Nutrition sostiene come, consumare cibo mentre si è distratti da qualcos’altro, farebbe mangiare più di quanto non faremmo normalmente. Per contribuire a ridurre l’apporto calorico provate a tenere la televisione lontana dalla zona pranzo, ma soprattutto cercate di mantenere separate le due attività.

Ravvivate la cucina
Migliorate la vostra cucina iniziando ad acquistare ingredienti e alimenti che possono esservi utili, non solo per qualche ricetta ma anche per una dieta. Perché non provate ad utilizzare delle spezie in cucina? Le spezie, infatti, sono un ottimo ingrediente per arricchire i piatti culinari, rendendoli saporiti e allo stesso tempo dietetici. Spezie come la cannella, il pepe di Caienna, il pepe nero e lo zenzero sono alcuni degli aromi che contribuiscono alla perdita di peso.

Uccidete la voglia di dolci con la vaniglia
Se lottate ogni sera per resistere alla tentazione di qualcosa di dolce a fine pasto, provate con il profumo di vaniglia o con una candela profumata da accendere in cucina. Uno studio portato avanti presso l’ospedale San Giorgio di Londra ha scoperto che, mettendo sul dorso delle mani un profumo vanigliato, si riesce a ridurre la voglia di cibi e bevande dolci. Questo accade perché si suppone che l’odore di vaniglia aiuti ad eliminare lo sfizio di un dolcetto dopo i pasti.

Non considerate la cucina “fuori pasto”
Un altro modo per cercare di mangiare meno è evitare qualsiasi scusa per entrare in cucina. Una volta finiti i pasti spegnete la luce della cucina e ricordate a voi stessi che la “cucina è chiusa”. Tutto ciò che vi occorre è una grande forza di volontà per attenervi a questa semplice regola, così da ridurre gli spuntini fuori pasto e le scappatelle in cucina ogni volta che vi sentite annoiati.