A dieta con le verdure ammazza fame

Quando si dice la parola “dieta” si pensa subito a quel senso di fame che alla fine di ogni pasto sembra non abbandonarci mai. Seguire una dieta equilibrata è sicuramente il modo migliore per dimagrire ma quante sofferenze per il nostro appetito…

La soluzione ideale sarebbe potersi mettere a dieta senza avvertire quel terribile buco allo stomaco che prima o poi ci spinge a stuzzicare qualcosa…e sicuramente qualcosa di sbagliato per la nostra dieta ma anche per il nostro organismo.

È opinione comune che esistono vari cibi considerati “ammazza fame”, utili per smorzare quel prepotente appetito tipico di quando si è a dieta.

Ma scegliere questi alimenti non è sempre una buona soluzione, perché non sono assolutamente indicati a livello nutrizionale, lasciando il nostro organismo privo dei nutrimenti essenziali.

Vediamo allora quali sono le verdure da sostituire o, perlomeno, arricchire con altri alimenti dietetici ma al tempo stesso utili al nostro sostentamento.

Per decenni, i guru delle diete hanno propagandato l’utilità dei cetrioli nelle diete dimagranti, sostenendo che “si bruciano più calorie mangiandoli rispetto a quante che ne contengano”.

In parte questa ipotesi è corretta, poiché una coppa di cetrioli tagliati a pezzetti contiene solamente 16 calorie.
L’unico problema è che un solo cetriolo contiene meno del 5% delle quantità giornaliere di ferro, calcio, iodio, potassio, manganese, vitamina C e B di cui abbiamo bisogno.

Un’esigua quantità se si pensa che mentre seguiamo una dieta bisogna sempre tenere conto del corretto apporto calorico per il nostro organismo.
Un ottimo sostituto potrebbe essere la Portulaca, un’erba speziata ad alto contenuto di Omega3, vitamina C, B, provitamina A, beta-carotene e alcune sostanze minerali come calcio, ferro, fosforo, acido ossalico e sodio.

A dispetto di quanto si possa comunemente pensare, la lattuga è ricca di beta-carotene, Vitamina A e C. 
Ma c’è da dire che non tutte le varietà di lattuga possiedono le stesse proprietà. La lattuga iceberg (o “brasiliana”), ad esempio, è carente di vitamine. Meglio scegliere, quindi, la lattuga romana, ricca di potassio, fibre, vitamina A e C.

Un’altra tipica mania a proposito di diete è il sedano. Più o meno un sedano alto 20 cm equivale a sole 6 calorie. Ma quanto nutrimento possiamo ricevere dal sedano?

Sicuramente molto, se non fosse, però, che per raggiungere il 2% del nostro fabbisogno giornaliero di calcio e vitamina C, oltre che una considerevole somma di fibre e vitamina K, dovremmo consumare sedani molto più alti di 20 cm!

Quando, invece, le carote sono degne sostitute del sedano in quanto verdure molto dietetiche ma anche ricche di beta-carotene, che in estate si sa, è un valido aiuto per la nostra abbronzatura.

Certo, mettersi a dieta è sempre un sacrificio, e non è facile evitare quegli apparenti escamotage come i cibi ammazza fame. L’importante è saperli scegliere e non farsi accecare dalla voglia di dimagrire a tutti costi. D’accordo con il perdere quei fastidiosi chili di troppo, ma certo non a discapito della nostra salute.

Leggi anche:

A dieta con l'ipnosi mettete a dieta il self control

La dieta del dolce

Una dieta da...Single