6 alimenti contro la ritenzione idrica

Cellulite e ritenzione idrica. Sono loro le nemiche giurate di molte donne, costrette a correre ai ripari con creme, massaggi e metodi che combattono ritenzione idrica e cellulite. Ma prima di affidarsi completamente a una varietà di prodotti che, a volte, non risolvono il problema, consideriamo anche quegli alimenti che aiutano a combattere la ritenzione idrica in modo naturale. Esistono, infatti, una serie di alimenti detox, ovvero cibi che combattono la cellulite e la ritenzione idrica grazie alle loro proprietà antiossidanti.
Vediamo, dunque, quali sono gli alimenti contro la ritenzione idrica.

Il Fico
Il fico possiede numerose virtù. È nutriente, facilmente digeribile, ha proprietà lassative, è diuretico e ricco di calcio, magnesio, vitamine A, B1, B2 e C. Per di più è molto dolce e per questo gustoso da mangiare. Il fico, però, non si conserva molto bene e per questo è spesso servito essiccato per un più facile consumo. Ma fate attenzione alle calorie, perché i fichi secchi (230 kcal/100 gr) hanno molte più calorie rispetto a quelli freschi (60 kcal/100 gr).

L’Uva
L’uva ha un importante effetto diuretico e drenante grazie alla sua elevata quantità di potassio. Fresca, gradevole al palato, l’uva ha la pecca di essere un frutto molto calorico (70 kcal ogni 100 gr) e dolce in base al suo grado di maturazione. L’uva contiene poca vitamina C ma si caratterizza per le vitamine B1 e B6. La vitamina B1 (o tiamina) agisce sul buon funzionamento del sistema nervoso, cardiovascolare e gastrointestinale. È inoltre ricca di tannini (proantocianidine, prima chiamata “vitamina P”) e pigmenti (antociani) che hanno un’azione protettrice sul piano cardiovascolare.   

La Pesca
La pesca, oltre ad essere un frutto fresco e dissetante, ha proprietà diuretiche e lassative e aiuta ad attivare la digestione difficile. Ricco di acqua (90%) e con poche calorie (40 kcal/100g), la pesca è il frutto perfetto da inserire in ogni dieta dimagrante. Infatti, essendo fonte di fibre (1,5 gr/100 gr), promuove il transito intestinale e calma il senso di fame. Grazie alla presenza di antiossidanti (vitamina A e C), poi, la pesca contribuisce a proteggere dalle malattie cardiovascolari e dai tumori digestivi.   

Il Melone
Anche il melone ha un’azione diuretica e favorisce la digestione. Questo perché è ricco di acqua (92%), povero di calorie (30 kcal/100 gr) e con un quantitativo di zuccheri variabile (circa 7 gr/100 gr). Il melone è ricco di antiossidanti come carotene e vitamina C, fornendo anche minerali (potassio) e fibre (1 gr/100 gr).

La ciliegia
La ciliegia è un altro di quei frutti in grado di liberare il nostro corpo dalle tossine in eccesso essendo un frutto dalle spiccate proprietà diuretiche. Vitamina C e carotene, così come anche ferro e potassio sono alcune delle sostanze fondamentali presenti nella ciliegia. A suo sfavore questo frutto ha un elevato quantitativo di calorie (70 kcal/100 gr) e di zuccheri (15 gr ogni 100 gr di ciliegie), che inevitabilmente in una dieta vanno tenute in conto.

L’ananas
Infine c’è l’ananas che, come molti sanno, è spesso consigliata nelle diete dimagranti. L’ananas rientra perfettamente tra i frutti che aiutano a combattere la ritenzione idrica grazie alle sue proprietà diuretiche e disintossicanti. È un frutto ad alto contenuto di potassio, acido citrico, vitamine A, B e C e inoltre molto rinfrescante. Ottimo, insomma, da gustare nei caldi mesi estivi.

La natura offre sicuramente una vasta varietà di alimenti che aiutano a combattere i problemi di ritenzione idrica (e non solo). Ovviamente, però, è sempre bene non esagerare nelle quantità ed è consigliabile associare a questi alimenti anche altri rimedi omeopatici o estetici, come ad esempio i massaggi. Con la frutta detox dalla vostra e alcuni prodotti ad hoc, i primi risultati non si faranno certo attendere. 

Leggi anche:

Via la cellulite con l'automassaggio

Il massaggio antipancia all'albicocca e allo zenzero 

Ritenzione idrica da drenare